Newsmercoledì 10 ottobre 2018 17:47

Lapide divelta e spezzata: la condanna dell'ARCI

Una provocazione che giova solamente a chi vuol alzare il livello dello scontro e che vuol intorbidire le acque dopo la corretta, anche se tardiva, decisione del Comune di togliere e modificare la lapide

Lapide divelta e spezzata: la condanna dell'ARCI

Il vandalismo non è mai la risposta corretta per difendere i valori 
democratici, costituzionali ed antifascisti. Oltretutto, il risultato 
voluto e richiesto a gran voce da gran parte della città, tra cui 
l'ARCI, era già stato ottenuto pacificamente e nell'ambito della 
discussione civile e democratica. Quello di stanotte è un atto da cui ci 
dissociamo e condanniamo fermamente. È evidentemente una provocazione 
che giova solamente a chi vuol alzare il livello dello scontro e che 
vuol intorbidire le acque dopo la corretta, anche se tardiva, decisione 
del Comune di togliere e modificare la lapide.
L'intera comunità savonese dovrà condannare tale atto, da chiunque 
commesso, riscoprendo i valori democratici, costituzionali ed 
antifascisti che sono il fondamento della nostra Repubblica.


Per ARCI Savona, la presidenza provinciale

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

domenica 09 dicembre
Tempo di alberi
(h. 09:22)
sabato 08 dicembre
TraumFabrik
(h. 15:05)
Terra di streghe
(h. 05:42)
venerdì 07 dicembre
Strada gatticida
(h. 12:19)
giovedì 06 dicembre