Mezza politica13 febbraio 2019 09:40

Non parlateci mai più del contratto di governo

Al di là di come la si pensi sull'utilità del TAV, un fatto dovrebbe risultare chiaro anche al più miope osservatore: il contratto di governo, con cui ce la menano da mesi per farci digerire peperonate di proporzioni cosmiche, è saltato

Non parlateci mai più del contratto di governo

Il capo dei deputati di Salvini, che pure ha firmato il celebre patto, di cui un punto fondante era una rivisitazione del progetto TAV Torino-Lione, appena letta l'analisi costi-benefici dichiara che non è Vangelo e che la linea ferroviaria deve comunque essere terminata.

Al nostro sguardo di profani pare che questo logori e/o invalidi del tutto il patto su cui si fonda il Governo, e di conseguenza il Governo stesso.

Solo due sono le possibili spiegazioni del fatto che le opposizioni non rilevino questo pachidermico fatto politico:

  1. non se ne sono accorte

  2. portare a termine il TAV è più importante, per loro, che attaccare il Governo su un punto fondamentale, oggi completamente scoperto.

LNS

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

lunedì 13 maggio
mercoledì 08 maggio
mercoledì 01 maggio
Bacioni a Casapound
(h. 07:47)
giovedì 18 aprile
Giù di morale
(h. 12:56)
martedì 16 aprile
mercoledì 03 aprile
sabato 30 marzo
lunedì 25 marzo
giovedì 21 marzo
mercoledì 20 marzo
foto: Genova Quotidiana
(h. 12:35)