Mezza politica08 maggio 2019 07:34

Questa Lega è una vergogna

Queste le parole sullo striscione esposto da un’anziana signora a Salerno, prima che la polizia entrasse nella privata abitazione per rimuoverlo, alla faccia dell’articolo 21: la libertà d’espressione e di critica è roba superata, perlomeno se è ad esser criticato è il ministrone Salvini

Questa Lega è una vergogna

La denuncia è dell’Osservatorio repressione, che scrive: “Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, arriva a Salerno alle ore 15:00 per un comizio elettorale in Piazza Portanova.

Proprio qui si è verificato un episodio gravissimo senza precedenti: una signora anziana consente ad un’associazione di esporre uno striscione dal balcone della propria ABITAZIONE PRIVATA. Le forze dell’ordine si introducono nel palazzo, raggiungendo l’abitazione, entrando e intimando alla signora di rimuovere lo striscione.”

Sullo striscione non comparivano insulti, ma solo la scritta “Questa Lega è una vergogna”. Eppure, a quanto racconta la proprietaria dell’abitazione ai cronisti di Repubblica, le forze dell’ordine le hanno ventilato la possibilità di guai legali: una causa intentata per libero pensiero. 

Né d’altra parte possiamo stupirci, se l’editore di fiducia del ministro, quello dei giubbottini e del saluto romano, immortalato in strada negli anni più verdi armato di bastone, ha dichiarato alla Stampa che “un po’ di dittatura non fa male”.

(https://www.repubblica.it/politica/2019/05/07/news/striscione_contro_salvini_a_salvini_polizia_entra_in_casa_di_una_signora-225651959/

LNS

Le notizie de LA NUOVA SAVONA