Cose belle20 maggio 2019 08:25

La caparbietà della Vita

La Protezione Animali sta tentando di salvare i due piccoli ricci superstiti di una nidiata purtroppo affogata sulle alture di Finale Ligure

La caparbietà della Vita

Una nidiata di ricci appena nati è affogata a San Bernardino, sulle alture di Finale Ligure; i dodici piccoli si trovavano nel nido in una tana che le acque della pioggia hanno invaso trascinandoli fuori; sono stati trovati dagli abitanti di una casa vicina, che hanno avvertito i volontari della Protezione Animali savonese, che li hanno recuperati; ma ormai dieci erano morti ed ora si sta tentando di salvare i due superstiti.

Il riccio è un animali selvatico protetto dalla legge e ne è quindi proibita la cattura , l’uccisione e la detenzione; ha abitudini notturne, va in letargo d’inverno in una tana nel terreno e può vivere fino a dieci anni; è onnivoro e, come molte altre specie animali, lo si trova sempre più frequentemente in ambienti cittadini, come orti e giardini; contrastante il rapporto con i contadini liguri, che lo apprezzavano perché si ciba di insetti e parassiti ma anche per la sua carne, per cui veniva cacciato con i cani da tana e, purtroppo, nel’entroterra savonese ancora oggi ad opera di bracconieri.

com

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

domenica 18 agosto
sabato 17 agosto
giovedì 15 agosto
lunedì 12 agosto
domenica 11 agosto
sabato 10 agosto
mercoledì 07 agosto
Cinema in piazza
(h. 18:28)
lunedì 05 agosto