Cose belle02 giugno 2019 18:07

L’accademia solidale della buona cucina

È un bel bilancio, quello che la Trattoria del Mutuo Soccorso può vantare nei suoi primi sei mesi di attività: già 964 i pasti gratuiti offerti, che significano anche 964 occasioni per uscire, incontrarsi, far due chiacchiere

L’accademia solidale della buona cucina

Attività che spesso diamo per scontate, ma che sono le prime a venir meno quando le situazioni personali diventano difficili: quando si perde il lavoro, quando ci si ritrova soli, quando non si riesce più a pagare le bollette.

Arcisolidarietà Savona in collaborazione con Arci e Arcimedia ha introdotto la formula del “pranzo sospeso” presso l’antica Società di Mutuo Soccorso Generale di via San Lorenzo, iniziando con due aperture settimanali che ora sono passate a tre: il martedì, il mercoledì e il giovedì.

Decidere di pranzare qui è una scelta di solidarietà: chi può dar qualcosa di più dei 5 euro di offerta minima contribuisce a donare un pranzo a chi non può permetterselo: e anziani soli, persone o famiglie seguite dai Servizi Sociali potranno consumare un pasto sano e completo a un costo molto contenuto o gratuitamente, attraverso un sistema di voucher che Arci fornisce al Comune di Savona.

Le buone notizie sono arrivate anche per i giovani che hanno prestato gratuitamente servizio alla Trattoria, imparando da chef volontari che mettono a disposizione la loro conoscenza e voglia d’insegnare: già quattro di loro (Evans, Siaka, Alexander e Success) hanno trovato un lavoro in prestigiosi ristoranti o in stabilimenti balneari savonesi.

Adesso in Trattoria, al loro posto, ci sono Ousmane, Karfa, Mamadi, Fode, che imparano l’arte della cucina.

Anche loro sono richiedenti protezione internazionale, e vengono dalla Nigeria, dal Mali, dal Gambia.

Un progetto serio d’integrazione e di solidarietà che piace a tutti.

E che ci piace sostenere.

Giovanna Servettaz

Le notizie de LA NUOVA SAVONA