Cose belle13 giugno 2019 07:23

Giuliana Marchesa: Coins de vue

La mostra curata da Riccardo Zelatore s'inaugura domani, venerdì 14 giugno, alle 17.30 ad Albissola Marina

Giuliana Marchesa: Coins de vue

Sarà inaugurata venerdì 14 giugno nelle sale della Fornace Alba Docilia in via Stefano Grosso 24, Albissola Marina, la mostra personale dell’artista Giuliana Marchesa, patrocinata dal Comune di Albissola Marina. In mostra saranno presentati lavori pittorici e scultorei selezionati da Riccardo Zelatore e appartenenti agli ultimi dieci anni del percorso espressivo dell’artista. 

Non si tratta di una vera e propria antologica ma di una misurata mostra organica e autonoma di un ciclo significativo di lavori che evidenziano i caratteri e la cifra dell’attività. 

La mostra sarà accompagnata da un catalogo a colori con testi del curatore e apparati bibliografici. 

Se qualcuno dovesse provare a restituire un’immagine della cultura albisolese degli ultimi quarant’anni, un paragrafo non secondario e non breve dovrebbe essere dedicato a Giuliana Marchesa. Non tanto e non solo come doverosa restituzione del ruolo di operatrice culturale che ha interpretato con tenacia e convinzione – e continua a farlo - tra le mura del circolo culturale Eleutheros, ma soprattutto come protagonista appartata che tanto ha lavorato, in maniera riservata, realizzando una serie corposa di prove che qualche volta, fortunatamente, concede alle occasioni espositive. 

Ben venga, dunque, questa mostra alla Fornace Alba Docilia, anche se gli spazi misurati dell’antica manifattura non permettono una ricognizione esaustiva del suo percorso espressivo. Si è scelto di ordinare un contenuto tratto di esperienze, appartenenti per lo più all’ultimo periodo, che si offrono come presenza compatta e coerente rispetto al tutto da cui si sono isolate. Opere in piena attività, che documentano la salute intellettuale e l’energia creativa dell’artista e ci appaiono come rigorose narrazioni del suo pensiero. 

Per chi conosce Giuliana, sa che la parola non le fa difetto e – per dirla alla Paolo Fossati - la sua dialettica contro i luoghi comuni è convinzione della non appartenenza al chiacchiericcio del mondo delle arti, al circo della cultura convicina: per ragioni etiche, per tensione emotiva, per uno sguardo rivolto altrove. 

A dispetto della sua loquacità, il lavoro artistico è cresciuto nel tempo in modo silenzioso ma, quasi con pudore, ha determinato un mondo poetico che ci suggerisce, su tutte, due qualità di Marchesa: curiosità e acume nella ricerca e desiderio di andare in profondo, penetrare le questioni affrontate, mai senza ironia e disincanto. Rispetto a questo veloce ritrattino, la mostra aggiunge molto e, a mio modesto avviso, almeno tre peculiarità sulle quali invito a ragionare. 

 

Titolo: Giuliana Marchesa. Coins de vue

Progetto di: Circolo Culturale Eleutheros

A cura di: Riccardo Zelatore

Sede:  Fornace Alba Docilia

Via Stefano Grosso 24

17012 Albissola Marina (SV)

Inaugurazione: venerdì 14 giugno ore 17:30

Periodo: 14 giugno – 7 luglio 2019

Ingresso libero

Orari:

Mercoledì-Giovedì-Venerdì: 17:00 – 19:00

Sabato e Domenica: 10:00 – 12:00; 17:00 – 19:00

Allieva del maestro Raffaele Pontecorvo, Giuliana Marchesa ha frequentato i corsi di scenografia presso l’Accademia Albertina di Torino.

Ha collaborato con studi di grafica pubblicitaria e di architettura di interni a Torino ed a Milano.

Sue opere sono presenti in numerose collezioni private ad Alessandria, Amsterdam (NE), Bari, Camogli, Genova, Ginevra (CH), Maastricht (NE), Milano, Nuoro, Savona, Torino ed Utrecht (NE).

Sue opere scultoree sono state collocate in ambiti pubblici a Calitri (AV) ed a Torre Strozzi (PG).

Ha collaborato, a partire dal 1997 alla realizzazione di un progetto di interazione artistica con gli utenti dell’ex Ospedale Psichiatrico di Cogoleto (GE).

E’ Presidente del Circolo Culturale Eleutheros con sede in Albissola Marina (SV). Dal 2005 al 2012 ha curato il programma espositivo presso lo Studio di Lucio Fontana in Pozzo Garitta ad Albissola Marina (SV).

 

Mostre personali in Italia:

Genova: alla Galleria “La Tana” (1973);

Noli: alle “Tre Arti” (1974);

Torino: al “Club – des – Arts”, allo “Studio Laboratorio” ed alla “Galatea” (1981);

Maastricht (NE), Galleria “Felix” (1990);

Susteren (NE), Galleria “Artanne” (1990);

Tongeren (BE), presso il Museo cittadino (1991);

Amsterdam (NE) (1992);

Parigi: ST. James et Albany (1994);

Milano: alla Galleria “Solo Arte”(1997);

Savona: al Brandale (1999), ad “Art Metro”(1998), e presso lo spazio espositivo CESAM (2000);

Camerana Villa (CN): presso “La via del sale” (2000);

Celle Ligure (SV): presso la Sala Consiliare(2001);

Torre Strozzi (PG): torre Parlesca (2002)

Genova: Centro Civico di Villa Spinola a Cornigliano(2002);

 

 

Albissola Marina (SV): presso lo studio storico di Lucio Fontana, riaperto a cura del Circolo Eleutheros, (2008);

Genova: spazio Sesamo (2004);

 

Toirano (SV): museo civico (2005);

Alassio (SV) presso la sala espositiva del Grand’Hotel Spiaggia (2008);

Urbe (SV): Sala Consiliare (2009);

Savona: Palazzo della polveriera sul Priamar (2010);

Acqui Terme: Palazzo Chiabrera (2010);

Santo Stefano Belbo: Casa Natale di Cesare Pavese (2011);

Acqui Terme: Galleria Artanda (2012);

Sassello (SV): Palazzo Salsole (2012);

Quiliano (SV): San Pietro in Carpignano (2013);

Albissola Marina: presso Eleutheros (2015);

Quiliano (SV): Diffusa (2015)

 

Mostre collettive:

Andora e Albissola: Via dell’Arte (2001 e 2002);

Milano: Museo della Scienza e della Tecnica nell’ambito di Arte da Mangiare (2003,2004);

Genova: Palazzo Ducale in “L’altra metà del cielo” (2005);

Baltimora (2005);

Garlenda: Castello di Garlenda (SV) (2005);

Albissola Marina: “Pozzo Garitta Albisola Centro d’Arte Contemporanea” (2006);

Albissola Marina: “s’ispira” (2007);

Genova: Palazzo Ducale in 21° collettiva d’arte ceramica; (2007)

Albissola Marina e Nice: “Trasformare” (2007); 

Montaldo di Mondovì, località Vernagli (CN): installazione permanente nella cappella della Maddalena nell’ambito di “La Maddalena nelle opere di sette artiste” (2008);

Savona: Priamar “Savona ‘900” (2009);

Albissola Marina: “Nelle Terre dei Della Rovere”, Museo Civico d’Arte Contemporanea e ad Urbania (PU) presso il Palazzo Ducale (2008 – 2009);

Messina al Forte San Jachiddu: “Un altro ponte” (2010);

Cerrina (AL): “La leggerezza della scultura” (2010)

Vetulonia (GR): Museo Etrusco (2010)

Castiglione della Pescaia: Biblioteca Civica (GR) (2010)

Orbetello alla Fortezza Guzman (GR) (2011)

Quiliano: “Bazarte”, Oratorio di Valleggia (2011)

Nice: Providence (2011)

Marina di Scarlino (GR): “Prymal Energy” (2011)

Genova: Palazzo Reale (2017)

com

Le notizie de LA NUOVA SAVONA