Salute & Veleni26 giugno 2019 06:55

Il tavolo scomparso

Più di un anno fa, il Partito Democratico presentò in Consiglio comunale una mozione sull’inquinamento da traffico marittimo, chiedendo se non altro che si affrontasse il problema insieme agli Enti coinvolti. Un tavolo non si nega a nessuno, quindi il Consiglio votò sì. Del tavolo pare non si sappia più nulla, in compenso grandi navi e anziani traghetti continuano serenamente ad affumicar Savona, mentre i dragaggi a spese pubbliche per consentire l’ingresso della nave a gas hanno ulteriormente peggiorato la qualità della vita in porto e dintorni

Il tavolo scomparso

Nel Consiglio comunale che si terrà domani alle 14.30, il PD torna sul pezzo con un’interpellanza in cui si chiede alla Giunta che fine abbia fatto il tavolo tra le istituzioni, e quali iniziative siano state intraprese per migliorare la qualità dell’aria e tutelar la pubblica salute: iniziative che, aggiungeremmo, se esistono son nascoste così bene da esser quasi invisibili.

Come il tavolo.

Di seguito, il testo dell’interpellanza.


PREMESSO CHE:

  • In data 20 febbraio 2018 veniva presentata dal Gruppo sottoscritto mozione avente come oggetto l’inquinamento da traffico marittimo;
  • In particolare la mozione, votata dalla maggioranza del Consiglio Comunale, richiamava il Sindaco e la Giunta a costituire un tavolo interistituzionale di Responsabilità Sociale con l’Autorità di Sistema Portuale, la Capitaneria di Porto, gli Armatori, l’Arpal, la ASL e tutti gli attori istituzionali interessati con il precipuo coinvolgimento delle rappresentanze della Cittadinanza e dei Comitati territoriali al fine di elaborare un piano integrato Città-Porto in materia di sviluppo sostenibile e gestione ambientale;
  • Tale tavolo aveva ed ha il fine di adottare un programma di interventi e provvedimenti per il miglioramento della qualità dell’aria e la tutela della salute pubblica in ambito portuale e nei quartieri adiacenti e di promuovere iniziative di sviluppo sostenibile anche in collaborazione con la Regione ed il Governo –per quanto di competenza-;

 

CONSIDERATO CHE:

_ negli ultimi giorni stiamo assistendo a lavori di dragaggio in Porto, atti, presumibilmente, ad accogliere, nel prossimo futuro, navi da crociera ancora più grandi e capienti rispetto a quelle che già attraccano nel Porto di Savona;

_ tali lavori stanno comportando gravi disagi ai Cittadini che vivono nella zona del Porto e nelle zone limitrofe;

 

RILEVATO CHE:

  • è precipuo interesse dei Cittadini avere rassicurazioni in merito alla sicurezza di tali lavori, anche in merito alle eventuali conseguenze che possano avere sulla staticità degli edifici;

 

CHIEDIAMO AL SINDACO ED ALLA GIUNTA COMUNALE:


-1) di relazionare dettagliatamente se sia stato costituito questo tavolo interistituzionale e quali iniziative siano state fatte a riguardo;

-2) quali interventi siano stati posti in essere e quali i provvedimenti presi in merito al miglioramento della qualità dell’aria e per la tutela della salute pubblica in ambito portuale e nei quartieri adiacenti e quali sono state le iniziative di sviluppo sostenibile;

-3) quali interventi di controllo siano stati posti in essere in merito ai recenti lavori di dragaggio in Porto, con particolare riguardo alla sicurezza ed alla staticità degli edifici insistenti nella zona portuale ed in quella immediatamente adiacente.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

martedì 17 settembre
domenica 15 settembre
sabato 14 settembre
I rischi del 5G
(h. 14:50)
venerdì 13 settembre
giovedì 12 settembre
venerdì 06 settembre
Fin dal 2001
(h. 14:49)
mercoledì 04 settembre