Cultura10 ottobre 2019 14:49

Bella siccome un angelo

E' questo il titolo della Stagione lirica autunnale 2019 dell'Opera Giocosa, che inizierà domenica 3 novembre, alle 20, con 'un viaggio assurdo tra follia e bel canto': 'Don Pasquale Cyrcus', di e con Simone Barbato e Andrea Nicolini (attori), e GianLuca Ascheri al pianoforte

Anche Simone Barbato (mimo di Zelig) nel cartellone autunnale dell'Opera Giocosa

Anche Simone Barbato (mimo di Zelig) nel cartellone autunnale dell'Opera Giocosa

Il mimo di Zelig, con le sue straordinarie e singolari esibizioni, non ha mancato di regalare qualche istante di divertimento e di talento tenorile anche nella conferenza stampa di presentazione del Calendario del nostro Teatro di tradizione, martedì scorso, al foyer del teatro Chiabrera. 

Dopo il saluto del sindaco Ilaria Caprioglio, che si è complimentato per il coinvolgimento costante dei giovani, in diversi appuntamenti anche sul palco, la parola è passata al direttore artistico e presidente della Giocosa, M° Giovanni Di Stefano, che ha messo l'accento sul principio che “la cultura si realizza sul territorio e con il territorio”, e ha quindi elencato il corposo numero di realtà (enti istituzionali, fondazioni, teatri, associazioni, scuole, etc.) con le quali si sono realizzate importanti collaborazioni.

 

Pur accennando ai quattro ultimi anni trascorsi in condizioni economiche difficili, ha messo in luce la soddisfazione personale e di tutto lo staff per l'allestimento di un cartellone che, come al solito, ha saputo mettere in rassegna sia momenti con autori tradizionali e sia con nuovi autori, come appunto il compositore Alberto Cara (sua la musica de 'La notte di Natale'). Ma andiamo con ordine.

Dopo 'Don Pasquale Cyrcus' dell'apertura, che Barbato e Nicolini (nipote tenore e zio domatore) hanno tratteggiato come una pièce in cui 'ronzeranno come delle api attorno al titolo e altre pagine del compositore', venerdì 8 novembre (ore 20) e domenica 10 novembre (ore 15.30) si sancirà il ritorno alla tradizione con il celeberrimo 'Don Pasquale' di Gaetano Donizetti, dramma buffo in tre atti, su libretto di Giovanni Ruffini (prima rappresentazione a Parigi il 3 gennaio 1843).

 

Sul palco: Domenico Colaianni (protagonista), Simone Alberghini (dottor Malatesta), Francesco Castoro (Ernesto), Giulia Bolcato (Norina), Riccardo Montemezzi (un notaro). A dirigere l'Orchestra Sinfonica di Savona il M° Di Stefano (Coro della Giocosa, M° Ascheri), regia Stefania Panighini, scene di Andrea De Micheli, costumi di Veronica Pattuelli. La nuova produzione e nuovo allestimento del nostro Teatro di tradizione vedrà la partecipazione degli studenti del liceo Grassi di Savona all'interno del progetto Alternanza scuola-lavoro e dell'associazione Auser. Anteprima per le scuole: mercoledì 6 e giovedì 7 novembre (ore 10.30).

 

A seguire, domenica 1° dicembre (ore 15.30) in prima esecuzione assoluta, la nuova opera fantastica in un atto: “La notte di Natale” di Cara, commissionata dall'Opera Giocosa e dalla Fondazione Teatro Comunale Pavarotti di Modena che siglano anche la produzione e l'allestimento, di cui abbiamo visto in anteprima dei bozzetti in video durante la conferenza stampa. Libretto di Stefano Simone Pintor, anche regista (liberamente tratta dall'omonimo racconto di Nikolaj Vasilievich Gogol), per una realizzazione in chiave contemporanea. Sul palco: Raffaele Feo (Nikolaj), Daniel Kim Sunggyeul (il Diavolo), Aloisa Aisemberg (Soloca), Floriana Cicio (Ocasna/La Zarina). A dirigere l'Orchestra della Giocosa il M° Diego Ceretta, scene e costumi di Mariangela Mazzeo, luci di Marco Alba, corso di Voci bianche Dna Musica di Savona (diretto da Liana Saviozzi). Anteprima per le scuole venerdì 29 novembre (ore 10.30). 

Momenti unici quelli che ci hanno regalato in conferenza stampa i giovani-affermati Ceretta e Pintor, concernenti la soddisfazione di poter dialogare con il compositore dell'opera al fine del miglior risultato: in risposta, Cara sorrideva convinto.

A corollario, due eventi al foyer del Chiabrera, sempre alle 18 e a ingresso gratuito: giovedì 31 ottobre: “Don Pasquale al femminile”, con Emanuela Ersilia Abbadessa e Renata Scotto; martedì 26 novembre: “Come riconquistare il Natale in cinque scene e un prologo”, con Pintor.

 

Diamo già un'anticipazione per giovedì 30 gennaio (ore 20): “Buchenwald Tosca”, musica di Giacomo Puccini, da un'idea di Mauro Pagano anche regista per le manifestazioni della Giornata della memoria. Musicisti saranno: Fabrizio Altamura, Massimo Coco e Franco Giacosa. In collaborazione con l'Associazione musicale Rossini di Savona, accattivanti i momenti ai quali assisteremo, che vedranno un gruppo di artisti prigionieri intrattenere dei graduati nazisti.

 

La biglietteria al teatro Chiabrera aprirà il 25 ottobre (dal lunedì al sabato, 10-12 / 16-18.30, tel. 019.801155). Ingressi e riduzioni sul sito www.operagiocosa.it (scontistica anche per gruppi, famiglie, e la possibilità del Biglietto sospeso).

Laura Sergi

com

Ti potrebbero interessare anche: