Cose belle14 ottobre 2019 15:55

Paganini Festival: concerto a Savona

La terza edizione del Paganini Genova Festival sbarca a Savona venerdì 18 ottobre, con il concerto del violinista Oleksandr Pushkarenko. Appuntamento alle 20.30 presso l'Oratorio di N.S. di Castello

Paganini Festival: concerto a Savona

PAGANINI GENOVA FESTIVAL

in collaborazione con il Comune di Savona

ORATORIO DI N.S. DI CASTELLO

SAVONA (g.c.)

VENERDI' 18 OTTOBRE 2019, ORE 20.30

OLEKSANDR PUSHKARENKO

violino

Programma

N. Paganini –  Capricci op. 1 nn. 1-5- 9-11-17-24

Introduzione, Tema con Variazioni sull’Aria “Nel cor più non mi sento” op. 38 dall’opera “La Bella Molinara” di G. Paisiello

J. S. Bach – Sonata n.1 in sol min. BWV1001 

E. Ysaÿe – Sonata in sol minore op.27 n.1 (3° e 4° mov.)        

C. A. de Bériot - Etude Caractéristique in re magg. op.114 n. 6

 

INGRESSO GRATUITO

 

Si ringrazia il Priore della Confraternita per la collaborazione.

 

Oleksandr Pushkarenko si è diplomato con lode presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova sotto la guida di Mario Trabucco (curatore del “Cannone” di Paganini). Nel 2012 entra nella classe di perfezionamento di Salvatore Accardo presso l'Accademia W. Stauffer di Cremona e nel 2018 nella classe di perfezionamento di Massimo Quarta presso l'Accademia Genova Musica.

Per la propria formazione, Oleksandr Pushkarenko si confronta con concertisti di fama internazionale, partecipando alle Masterclass tenute dai violinisti Tibor Varga, Dora Schwarzberg, Nicola Benedetti, Julian Rachlin, Oleh Krysa. Il suo primo professore, Bogodar Kotorovych (secondo premio al "Premio Paganini" del 1971), era grande divulgatore dell'opera di Paganini in Ucraina. “Mi interessava – dice Pushkarenko –  studiare nella patria di Paganini per cercare di coglierne quegli aspetti che sono ancora avvolti nel mistero.

Nel mio modo di suonare cerco di perseguire un 'vettore paganiniano' che rappresenta un indirizzo particolare nel mondo violinistico moderno”. Violinista e compositore Pushakarenko viene considerato oltre che come brillante interprete anche come ricercatore di una linea esecutiva “storicamente informata” che si ricollega agli stilemi tecnico-interpretativi propri dell’arte violinistica paganiniana. In particolare propone una prassi strumentale realizzata senza l’utilizzo di mezzi di supporto dello strumento (mentoniera e spalliera) onde ricreare l’impostazione esecutiva utilizzata da Paganini stesso e di cui nelle scuole violinistiche novecentesche non è rimasta traccia.

Vincitore di diversi concorsi internazionali, nel 2018 si è classificato al quinto posto nel 55° Concorso Internazionale “Premio Paganini”. Nel 2017 ha vinto il Concorso “XII Premio Nazionale delle Arti” indetto dai Conservatori italiani. Il suo repertorio spazia dal periodo barocco a quello contemporaneo. E' stato ospite con successo in  recital in importanti festival internazionali con programmi virtuosistici per violino solo includenti suoi brani: Paganini Genova Festival, Festival Paganiniano di Carro (SP, Liguria), “Stradivari Memorial Day” (Museo del Violino, Cremona), Paganini European Route (Praga, Repubblica Ceca), ecc.

Ha ripetutamente suonato per la Televisione e la Radio dell’Ucraina, Svizzera, Polonia, Austria e Italia e suonato come solista con l'Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l'Orchestra Sinfonica della Filarmonica Nazionale dell’Ucraina, l'Orchestra Sinfonica Nazionale Ucraina di Kiev, l'Orchestra Filarmonica "Mihail Jora" di Bacau, l’Orchestra da Camera Ucraina, etc. Pushkarenko in qualità di violinista e compositore, è anche autore del progetto del grande monumento “L’essenza apollinea dell’Arte” dedicato a Paganini e di alcuni scritti teorici volti allo studio del fenomeno di Paganini.

com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

giovedì 14 novembre
martedì 12 novembre
lunedì 11 novembre
Cerca famiglia
(h. 08:46)
venerdì 08 novembre
martedì 05 novembre
Cercano famiglia
(h. 15:17)
sabato 02 novembre
copertina: Ely Martini, Gocce di sole su sfuocato inverno
(h. 11:22)