Cose belle17 ottobre 2019 11:46

Un anno di Trattoria del Mutuo Soccorso

Venerdì 18 ottobre si celebra l’anniversario del primo anno di vita della Trattoria del Mutuo Soccorso. Dodici mesi di entusiasmo, di lavoro, di volontariato e di iniziative per raccolta fondi e 1500 pasti gratuiti serviti a savonesi in difficoltà

Un anno di Trattoria del Mutuo Soccorso

 

 

Il progetto, nato per creare un punto di ristorazione sociale, rivolto ai cittadini savonesi in difficoltà socioeconomica, ha riscontrato una importante accoglienza da parte della Cittadinanza. 

Molti i Savonesi che si sono seduti ai tavoli della Trattoria, per gustare del buon cibo e per sostenere l’attività giornaliera, lasciando pasti sospesi. 

Importante è stato il sostegno della Fondazione Intesa San Paolo di Milano, che ci ha permesso di affrontare con maggiore sicurezza la richiesta dell’utenza, rilevata di Servizi Sociali del Comune di Savona, che vede ormai la Trattoria come un punto di riferimento per la socializzazione, oltre che per la possibilità di gustare un pasto caldo. 

Ad un anno dall’inaugurazione, sono 1.500 i pasti gratuiti serviti a savonesi in difficoltà, grazie ai pasti sospesi e al contributo della Fondazione Intesa San Paolo.

Circa 1500 i buoni pasto consegnati ai Servizi Sociali del Comune di Savona da Arcisolidarietà.

Ma il progetto è stato importante anche per i giovani richiedenti protezione internazionale che da dodici mesi si alternano in cucina e in sala, come attività di volontariato socializzante.

La Trattoria è stata per molti di loro una vera e propria formazione in situazione, che ha permesso la sottoscrizione di tirocini e contratti di lavoro nel campo della ristorazione, in Savona e Provincia. Pasti curati a prezzo calmierato per tutti, pasti a disposizione per persone savonesi in difficoltà di ogni età, ma anche iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi.

Preme ricordare il partecipatissimo Pranzo di Natale, la cena di raccolta fondi per lo sport dilettantistico e per Lo Scaletto delle Fornaci. 

I ringraziamenti da fare sono tanti. In primis alla “SMS Generale d’ambo i sessi”, che ci ospita. Grazie a tutti i volontari, ChefRoberto, ChefAlberto, ChefEdmond, il caposala Mimmo, poi i ragazzi richiedenti protezione internazionale: Evans, Siaka, Papa Alex, Ousman, Karfa, Austine, Dolphine, John, Fode, Ebrima, Success, Mamadi, Fousseny Poi ancora Giovanni, Marisa, Anna, Maura, Alessandra, Cinzia, Bruno e Kawsu. 

com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA