News19 novembre 2019 05:58

L’Aleph di Borges: il luogo dove si trovano tutti i luoghi della terra

Oggi alle 18 alla Ubik lo scrittore, medico e membro del Consiglio Internazionale del Forum Sociale Mondiale Raffaele K. Salinari

L’Aleph di Borges: il luogo dove si trovano tutti i luoghi della terra

Dopo la morte dell’amata Beatriz lo scrittore argentino Jorge Luis Borges, maestro del realismo fantastico, scrive il suo racconto più visionario: L’Aleph.

È nello scantinato oscuro della casa dell’amata che egli vedrà per la prima ed unica volta nella sua vita “il luogo dove si trovano, senza confondersi, tutti i luoghi della terra, visti da tutti gli angoli”.

L’Aleph si presenta allora come una immagine dell’eterno mutare e perdurare delle cose, l’invenzione letteraria di un luogo che diventa così spazio e tempo, senza però perdere la sua localizzazione, e dove finalmente s'incontrano visibile e invisibile: una pura utopia. Ritroviamo in questo libro i temi prediletti da Borges: la metafisica, la morte e l'immortalità, i labirinti, l'infinito.

Ma quanti Aleph esistono al mondo? In questo libro l’autore ci trasporta, attraverso un multiforme caleidoscopio di possibilità, alla ricerca delle nostre stesse esperienze e possibilità percettive.


Martedì 19 novembre ore 18 Libreria Ubik:

“L’Aleph di Borges.

L’invenzione letteraria del luogo dove si trovano tutti i luoghi della terra”

Incontro con lo scrittore, medico e membro del Consiglio Internazionale del Forum Sociale Mondiale

Raffaele K. SALINARI

autore del libro “Alias: Aleph” (edizioni Punto Rosso).

Introduce lo scrittore Giorgio AMICO.

com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA