News19 novembre 2019 18:06

Non si può morire di lavoro

Un ragazzo di 26 anni, figlio, amico, nella vita operaio, ennesima vittima che si aggiunge all'infinita lista di incidenti mortali avvenuti sul luogo di lavoro

Non si può morire di lavoro

Il Partito Comunista Italiano esprime tutta la propria vicinanza e si unisce al dolore della mamma, dei familiari e degli amici tutti di Edoardo Pizzirani.

Un ragazzo di 26 anni, figlio, amico, nella vita operaio, ennesima vittima che si aggiunge all'infinita lista di incidenti mortali avvenuti sul luogo di lavoro. 

Non esistono parole per una giovane vita stroncata all'improvviso in un giorno qualunque, in un modo così assurdo, solo dolore e rabbia. 

Non è giusto! Non può valere così poco la vita di una persona! Qualsiasi sia il motivo ad aver causato l'incidente, non giustificherà mai una così dolorosa perdita. 

Un misero stipendio non può contare quanto i sentimenti e la gioia di vivere di un ragazzo al quale è stato tolto ciò che di più prezioso una persona possiede: LA VITA. 

Questa ulteriore tragedia va a sommarsi ad un fenomeno in continuo aumento circa gli infortuni sui luoghi di lavoro, specchio dell’aggravamento della condizione generale dei lavoratori. I loro diritti la loro sicurezza sono per noi una priorità fondamentale che sta alla base della nostra azione politica.

PARTITO COMUNISTA ITALIANO

Federazione della Liguria

com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA