Cose belle20 febbraio 2020 16:48

Otto marzo

A Genova la Festa Internazionale della Donna si celebra sempre con iniziative degne di nota. Tra le tante ne segnaliamo alcune

Lisa Galantini in "Luce Bianca"

Lisa Galantini in "Luce Bianca"

Prosegue l’impegno di Alessia Cotta Ramusino e del gruppo “100 Donne Vestite di Rosso”, che porteranno la canzone “Yallah”, dall’inequivocabile messaggio “Respect and Love”, prima il 6 marzo sulla Scalinata del Casinò Municipale di Sanremo e successivamente l’otto marzo alle ore 14 al Pantheon del Cimitero di Staglieno e alle ore 16 sulla Scalinata di Palazzo Ducale. Il flashmob ideato dall’artista genovese ha il patrocinio del Comune di Genova ed è organizzato insieme alla sezione di FIDAPA BPW di Genova. Per informazioni: https://m.facebook.com/groups/1770623929668596?group_view_referrer=profile_browser

Tutta al femminile è l’iniziativa in programma per venerdì 6 marzo presso la Biblioteca Universitaria - Sala Conferenze (Via Balbi 40, ex Hotel Columbia). Alle ore 16 la mostra fotografica dal titolo “Donne e poesia”, a cura del Polo della Fotografia di Giancarlo Pinto, e a seguire un convegno, celebrano e omaggiano alcune figure femminili del passato recente che si sono distinte in campo poetico e letterario ma in vita non hanno avuto i riconoscimenti che meritavano, e spesso ancora oggi vengono ricordate soltanto in relazione agli uomini celebri che hanno conosciuto e frequentato (emblematico il caso della poetessa e scrittrice Louise Colet, sempre ricordata come «l’amante di Gustave Flaubert»).

Il convegno “Versi dall'ombra”. Poetesse dimenticate del primo Novecento è organizzato da Mnemosine – Donne nell’ombraRosa Elisa Giangoia parlerà di Ada Negri, che oltre ai suoi versi e ai suoi scritti è meritevole di essere ricordata anche per essere stata la prima e unica donna ammessa all’Accademia d’Italia; Maria Rosa Acri Borello racconterà la vita eccentrica e fuori dagli schemi della poetessa Annie (Anna Emilia) VivantiGiuliana Rovetta farà conoscere meglio “la musa di Flaubert”, Louise Colet appunto; Chiara Pasetti, accompagnata dall’attrice genovese Lisa Galantini (già interprete di Camille Claudel in MOI, della stessa Chiara Pasetti, per la regia di Alberto Giusta, che torna in scena al Diavolo Rosso di Asti domenica 5 aprile alle ore 19), entrerà nel mondo «stregato» e appassionato della poetessa e fotografa Antonia Pozzi. Il convegno è moderato da Antonella Traverso ed è a ingresso libero e gratuito. Le relatrici saranno accompagnate da alcuni brani musicali a cura del pianista Alan Jess.

Lisa Galantini sarà Antonia Pozzi l’otto marzo alle ore 20.30 nella lettura di Chiara Pasetti, regia di Alberto Giusta, Luce bianca (al Teatro della Tosse - Teatro del Ponente di Voltri), che anticipa il monologo del trio Pasetti-Galantini-Giusta in fase di allestimento per il debutto previsto in autunno 2020.

Per info: info@teatrodellatosse.itinfo@lereveetlavie.it.

"Antonia Pozzi" in un ritratto della nota pittrice francese Colette Deblé 




LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

lunedì 06 aprile
sabato 04 aprile
Nostalgia ligure
(h. 09:17)
venerdì 03 aprile
Achille Lauro nel suo annuncio del 16 marzo (fonte facebook pagina ufficiale di Achille Lauro)
(h. 06:53)
martedì 31 marzo
lunedì 30 marzo
A riveder le stelle
(h. 08:19)
lunedì 23 marzo
Radio Caos
(h. 17:39)
venerdì 20 marzo