Salute & Veleni11 giugno 2020 18:36

La commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza in Liguria c’è. Ora manca solo un candidato

È bello che finalmente sia stata istituita la commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza sanitaria covid-19 in Liguria. A guidarla sarà il consigliere M5S Andrea Melis

La commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza in Liguria c’è. Ora manca solo un candidato

“Non nell’ottica di fare processi sommari, bensì di gettare le basi per una strategia sanitaria più efficace. Senza tuttavia dimenticare che ai cittadini sarà doveroso dare contezza di eventuali carenze ed errori organizzativi nella gestione pandemica” dichiara la deputata M5S Leda Volpi.

I lavori della commissione andranno seguiti con attenzione perché, come affermano proprio i Cinquestelle, le carenze sul fronte sanitario nella nostra regione non rappresentano una novità: “Il potenziamento della sanità territoriale è ancora più necessario in Liguria, dove è stata messa in luce una situazione di carenza già prima dell’epidemia da Covid-19. I cittadini non devono più essere esposti alle inaccettabili tempistiche denunciate in questi mesi: non è tollerabile che un soggetto sospetto Covid-19 debba aspettare 20 e più giorni per un tampone e poi altri 10 per l’esito. Si punti dunque anche alla presa in carico domiciliare, lavorando il più possibile sul territorio e non puntando tutto sugli ospedali.”

Si mettano l’animo in pace gli aspiranti assessori alla sanità, perché solo la medicina territoriale sarebbe stata in grado di fare da argine alla maggior parte dei problemi causati dall’epidemia, e il suo depotenziamento nella nostra regione come in altre ha dato i risultati che tutti conosciamo. 

Sono molti i liguri scontenti della gestione sanitaria dell’era Toti, luccicante solo a parole e comunicati stampa ma che ha mostrato tutte le sue carenze proprio in questi mesi.

E continua a mostrarle visto che i CUP sono ancora chiusi e le visite di controllo, anche urgenti e per patologie gravi, hanno subito un arresto che causerà fortissimi ritardi e forse anche qualche vittima.

Manca solo qualcuno che a questi liguri dia voce. 

Lo troveremo, nel risiko delle riunioni romane, dei “dateci ancora 48 ore che dobbiamo pensarci”, dei veti incrociati, del “troppo puro - non abbastanza puro”?

Temiamo di no. 

E continuiamo a ritenerlo imperdonabile.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA