Sciûsciâ e sciorbî03 novembre 2020 06:35

Toti matti

Caro presidente, ha ragione lei. Mi guardo attorno nell'ospedale in cui sono ricoverato e vedo tanti pazienti anziani che non combinano nulla dal mattino alla sera (di Bruno Lugaro)

Toti matti

Esseri inutili, piegati in due dal Parkinson, immobili a letto o che gironzolano sulla carrozzina.

Scansafatiche che hanno sì lavorato una vita ma che adesso devono farsene una ragione: mostrare il petto al Covid e togliersi in fretta dai piedi, perché c'è da curare gente che produce, mica fardelli della società.

Ha ragione lei, mi sento in colpa a lottare ancora.

È che provi lei a dirsi, non servo più a nulla.

È dura sa.

Forse un giorno le capiterà di farlo e dirà, che intuizione avevo avuto a condannare gli anziani. 

E si toglierà di mezzo.

Sa, cosa le dico, ho sentito anziani che non si sono pentiti di averla votata; sono i malati di Alzheimer del piano di sopra.

Per cui signor presidente, vada avanti così.

Ha già lasciato un' impronta indelebile nella storia della Liguria.

Ma se per caso non avessi il coraggio di togliere il disturbo in quanto pensionato, non me ne voglia.

Lei tiri dritto: Himmler sia il suo faro.

Bruno Lugaro

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA