Contromano06 febbraio 2021 08:57

Gradinata Draghi

Il primo ministro incaricato tra agiografia e furia iconoclasta

Gradinata Draghi

E allora Draghi era bravissimo a scuola, e vola in economy, e la moglie una vera signora, macché è il servo delle banche, e vi ricordate che maledetto con la Grecia, e ci farà sudare sangue.

Non si salva manco lui dalla catastrofica polarizzazione, tutti sanno già che Draghi è il Bene o che è il Male: non abbiamo ancora trovato un solo commentatore che intenda stare ad ascoltare quel che dice, quando deciderà di parlare.

Saremo invecchiati noi, che assistiamo alle convulsioni della politica italiana e locale senza emozione alcuna dopo che le ultime regionali hanno esaurito la nostra capacità perfino di arrabbiarci. Ma questo tifo all’ultimo sangue ha stancato.

E difficilmente si può addossar la colpa a Draghi se hanno chiamato Draghi. 

Se la politica italiana fosse stata in grado di adempiere al suo nobile compito il banchiere sarebbe rimasto in Umbria a godersi la pensione, ma il web avrebbe già trovato qualcun altro sul quale scatenarsi.

Moriremo tifosi, senza più essere in grado di comprendere un testo scritto né orale, e sbavando bile.

Quasi quasi era meglio morire democristiani.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

mercoledì 03 marzo
martedì 02 marzo
domenica 28 febbraio
giovedì 25 febbraio
martedì 23 febbraio
domenica 21 febbraio
sabato 13 febbraio
venerdì 05 febbraio
giovedì 04 febbraio
Lascia o raddoppia?
(h. 18:13)