News22 febbraio 2022 14:47

Nessuno escluso

Quattro clip e un mediometraggio per documentare l’attività di alcune tra le associazioni presenti nella provincia di Savona che si occupano di persone con disagio psichico

Nessuno escluso

La rete Arci “Nessuno Escluso”, finalizzata al reinserimento sociale, si arricchisce di un docufilm che riepiloga le esperienze di socializzazione e i progressi individuali e collettivi verso l’autonomia.

Arci Savona è una rete associativa che comprende circa 70 associazioni di promozione sociali aderenti.

Di queste, tre si occupano in via stabile e continuativa di attività in merito al disagio psichico e psichiatrico, anche in convezione con la ASL 2, e fanno parte della rete “Insieme si può”.

Gli obiettivi comuni sono quelli di creare una rete stabile tra queste associazioni e le altre che si occupano di socialità, come le Società di mutuo soccorso, o le associazioni di promozione sociale di tutta la Provincia di Savona.

I destinatari della rete sono i soci/utenti/pazienti che vengono seguiti dalle associazioni partecipanti al progetto.

La realtà savonese del disagio psichico ha una storia lunga, che inizia con progetti di avanguardia di inizio anni ottanta: esperienze che intendiamo studiare e valorizzare, che hanno segnato culturalmente e socialmente decenni di attività nell’ottica dell’autonomia delle persone e della sperimentazione di nuovi modelli di intervento, ponendo la provincia di Savona come esempio virtuoso di contaminazione tra sanità, sociale e terzo settore.

Le clip e il docufilm sono stati realizzati dall'APS Arci Feelmare nell’autunno del 2021, in un contesto ancora pesantemente condizionato dalle restrizioni sanitarie per il contrasto all’epidemia da covid 19 tuttora in atto, e hanno coinvolto quattro associazioni  di Savona, Varazze, Finale Ligure e Carcare, percorrendo così le varie esperienze che si svolgono nella provincia - da ponente a levante fino all’entroterra.

La prima delle associazioni coinvolte è stata Seconda Stella a destra, che sostiene i neogenitori e le famiglie di bambini con disabilità tramite laboratori artistici, di lettura, di danza inclusiva e di equitazione.

Successivamente abbiamo visitato il corso di cucina organizzato presso la SMS Cantagalletto per le persone seguite dall’associazione Genitori della Nostra Famiglia.

A Finale Ligure abbiamo documentato l’attività dell’associazione A Cielo Aperto, che sostiene giovani e adulti con disagio psichico e sociale tramite attività ludiche e formative e programmi di autonomia abitativa.

A Carcare abbiamo visitato l’associazione Noi per Voi, con un focus sui progetti attuati per gli uditori di voci e sulla Bottega equa e solidale gestita dall’associazione.

La sigla iniziale e finale del mediometraggio - Dreamtown Skyline - ci è stata concessa dal compositore savonese Federico De Caroli (Deca) ed è tratta dal suo ultimo album Dreamtown Piano, in uscita in questi giorni.

 

I video presenti sulla piattaforma YouTube in qualità 4K:

 

NESSUNO ESCLUSO (Mediometraggio)

red

Ti potrebbero interessare anche: