News23 maggio 2022 15:12

Uomini e donne delle bombe di mafia

Lirio Abbate sarà a Savona il 26 maggio per raccontare gli anni delle stragi targate Cosa Nostra: appuntamento alle 18 nella Sala Rossa del Comune

Uomini e donne delle bombe di mafia

Nel '92-'93 Cosa nostra ingaggia una guerra contro lo Stato.

L'uccisione di Falcone, Borsellino, delle loro scorte, ma anche le stragi di Firenze e Milano

Lirio Abbate (Direttore del settimanale “L’Espresso”, autore di numerose inchieste giornalistiche sulle mafie e le collusioni con la politica, attualmente sotto scorta), a trent'anni da quegli eventi rimasti scolpiti nella memoria collettiva, ci aiuta a ricomporre la cronologia degli eventi: Totò Riina, i fratelli Graviano, Matteo Messina Denaro, l'unico ancora latitante e ultimo depositario dei segreti di quella stagione.

E ci svela i meccanismi di potere all'interno della famiglia Graviano, gettando luce sui misteri di una latitanza dorata.

E' proprio sul carcere ostativo che Lirio Abbate ha ingaggiato battaglia: per la riforma in corso, proprio i fratelli Graviano, ergastolani, potrebbero presto tornare in libertà.

A trent'anni dalle stragi per le quali furono condannati.

Giovedì 26 maggio ore 18 Sala Rossa del Comune:

incontro con il giornalista direttore de L'Espresso

LIRIO ABBATE

e presentazione del libro

"Stragisti.

Uomini e donne delle bombe di mafia"

(Rizzoli)

Introduce il giornalista MIMMO LOMBEZZI

A cura della Libreria UBIK

 

com

Ti potrebbero interessare anche: