Mezza politica30 ottobre 2019 14:27

Se questa è la sinistra

I decreti sicurezza restano dove sono assieme al Jobs Act, mentre continuano imperterrite le politiche neoliberiste degli anni passati: cosa c'è di progressista nel governo Conte due?

Se questa è la sinistra

Un governo che non mette in discussione i decreti sicurezza, che non abolisce il Jobs act, che versa miliardi alla NATO, che lascia per giorni in mare migranti allo stremo, che non mette al centro della propria azione politica un ritorno  all'edilizia popolare, il diritto alla salute, allo studio, la sicurezza sul lavoro, il problema dei disoccupati, politiche di genere serie a tutela della donna, la salvaguardia del territorio, che in politica estera non prende una posizione chiara rispetto alla strage dei curdi, della rivolta cilena, cosa avrebbe, non dico di sinistra, ma di progressista? 

Questo è un governo da combattere, un governo che, in continuità con i precedenti, continua in modo perverso le politiche neoliberiste volute dal capitale e tutto ciò farà un grande favore alle destre fasciste.

Maurizio Natale 

Segretario Provinciale 

Partito della Rifondazione Comunista 

Federazione di Genova. 

com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

venerdì 08 novembre
sabato 02 novembre
Volpi e squali
(h. 18:46)
venerdì 01 novembre
sabato 26 ottobre
mercoledì 23 ottobre
venerdì 18 ottobre
giovedì 17 ottobre
lunedì 14 ottobre