Mezza politica01 novembre 2020 12:03

Il fuoco e la bratta

Non bastassero la pandemia, le alluvioni passate e previste e un’economia che agonizza per terra assieme ai malati negli ospedali, dobbiamo anche assistere a un altro attacco del prode Vaccarezza da Loano. Dopo Viale, Caprioglio. Ma sono attacchi politici oppure esercitazioni di tiro sulla Croce Rossa?

Il fuoco e la bratta

Che le performances politiche sia di Sonia Viale sia di Ilaria Caprioglio abbiano lasciato molto a desiderare non è una novità. 

Ma non le ha candidate l’opposizione, le avete candidate voi. 

Poi le avete lasciate nella bratta, e francamente sparare loro addosso dopo cinque anni in cui ve le siete tenute sembra quantomeno poco cavalleresco, tanto più che si tratta di signore.

Leggenda vuole che Rino Formica dicesse che la politica è sangue e merda. Ma qui forse stiamo esagerando con la seconda.

Ci si dovrebbe occupar piuttosto, da consiglieri regionali strapagati e per di più di maggioranza, di non far scorrere ulteriormente del primo.

Cercare medici e infermieri, sostituire i medici di famiglia andati in pensione e aggiungerne, utilizzare tutti gli spazi adeguati per il contenimento della pandemia, assicurare le cure anche a tutti gli altri che non hanno il covid ma la pelle la rischiano lo stesso.

Dopo, magari, parlate.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

martedì 01 dicembre
domenica 22 novembre
domenica 15 novembre
sabato 14 novembre
martedì 10 novembre
domenica 08 novembre
venerdì 06 novembre
Lo schiaffo di Mai
(h. 13:22)
venerdì 30 ottobre