Mezza politica15 novembre 2020 14:58

Toglieteci tutto, ma non la caccia

Stupore e preoccupazione della Protezione Animali savonese per la delibera della giunta regionale che autorizza la caccia al cinghiale con squadre ridotte, la modifica della zona di caccia assegnata e l’ammissione in squadra di cacciatori di altre squadre: insomma, liberi tutti

Toglieteci tutto, ma non la caccia

La delibera è stata approvata il 13 novembre con l’unanimità dei componenti presenti della giunta (mancava solo l’assessore Cavo) e, udite udite, con un “iter di predisposizione ed approvazione del provvedimento” di soli 9 minuti, dalle 13,10 alle 13,19, con buona pace di enti, associazioni e cittadini che, per altre vere emergenze, attendono mesi ed anni per ottenere un provvedimento.

Enpa teme che in periodo di emergenza covid19 permettere la libera circolazione di cittadini, tra l’altro con un’alta età media, possa contribuire ad innalzare il numero dei contagiati, dei ricoveri in ospedale e nei reparti di terapia intensiva e, purtroppo, dei decessi. Pensa inoltre che il dpcm emanato dal governo non consenta ai cacciatori (ed ai pescatori sportivi) di uscire dal proprio comune di residenza ed auspica un deciso intervento, oltreché del governo, anche delle Prefetture liguri,  sperando impartiscano precise disposizioni agli organi di vigilanza per impedire la palese violazione delle norme in vigore.

E’ infine il caso di ricordare alla giunta regionale ed alle organizzazioni agricole che la caccia non è la soluzione del problema del presunto sovrannumero dei cinghiali (e degli altri ungulati) ma IL PROBLEMA; perché innanzittutto sono i cacciatori che li hanno ripopolati per farli crescere di numero ed occorrerebbe quindi assumere class-action contro di loro per la rifusione degli eventuali danni arrecati alle coltivazioni; inoltre gli scienziati hanno provato che la caccia disperde i grossi branchi di cinghiali, in cui la sola femmina alfa si accoppia e partorisce, frazionandoli in tanti piccoli gruppi, con la conseguenza che molte più femmine si accoppiano e partoriscono; da questo mese è iniziata la stagione riproduttiva e la facile previsione è che, a febbraio, vi sarà un vero e proprio boom di nascite. Complimenti!

com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

martedì 01 dicembre
domenica 22 novembre
domenica 15 novembre
sabato 14 novembre
martedì 10 novembre
domenica 08 novembre
venerdì 06 novembre
Lo schiaffo di Mai
(h. 13:22)
domenica 01 novembre
venerdì 30 ottobre