News31 ottobre 2023 13:23

Albisola Superiore: è online il sito web dedicato alla villa romana di Alba Docilia

L'area archeologica è una tra le più importanti in Liguria: la pubblicazione del sito a conclusione degli interventi di valorizzazione e riqualificazione (di Massimo Picone)

Albisola Superiore: è online il sito web dedicato alla villa romana di Alba Docilia

Gli interventi migliorativi di fruizione, avviati nel 2021, sono terminati con la pubblicazione del sito web ministeriale albadocilia.cultura.gov.it

La pubblicazione del sito internet dedicato all’area archeologica di Alba Docilia (che si trova tra la centralissima corso Mazzini e piazza Giulio II, davanti alla stazione ferroviaria di Albisola, ndr.) conclude una serie di interventi finalizzati alla valorizzazione di una delle aree archeologiche più importanti della Liguria, attuata attraverso opere di miglioramento in termini di fruizione volute dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona in collaborazione con l’assessorato alla Cultura di Albisola Superiore e finanziate dal ministero della Cultura a partire dal 2021.

«Dopo la creazione di un logo da affiancare a quello della Soprintendenza, la rinnovata identità visiva e comunicativa ha preso forma con l’installazione di pannelli illustrativi con lo scopo di creare un percorso di visita e agevolare la comprensione dei resti antichi.

La seconda fase del progetto si è incentrata sulla riqualificazione dell’area attraverso il rifacimento del manto erboso con un nuovo impianto di irrigazione e la posa di ghiaia per evidenziare gli ambienti che all’epoca erano i vani residenziali e termali. La realizzazione, attuata dal Comune con il benestare della Soprintendenza, di un sistema di illuminazione sia generale, sia d’accento per i pannelli, ha completato gli interventi in situ rendendo il monumento apprezzabile anche nelle ore serali e notturne- spiega la dottoressa Alessandra Starna, archeologa e designer - . La Soprintendenza ha ultimato le opere scegliendo di creare uno strumento digitale in grado di far conoscere maggiormente l’area, di accompagnare il visitatore, di rendere fruibile il monumento anche da parte di chi non è sul luogo, di agevolare la comprensione delle strutture emergenti con l’inserimento di contenuti accessibili a beneficio di un pubblico eterogeneo di non specialisti».

«Protagonista di questo contenuto digitale è la villa di epoca romana imperiale di Alba Docilia (l’antico nome di Albisola) che visse il culmine della sua frequentazione durante il II secolo dopo Cristo. L’idea di fondo è stata quella di realizzare un sito che si caratterizzasse per alcuni aspetti fondamentali: essere facilmente fruibile, grazie alla ottimizzazione per dispositivi mobili e dando al fruitore la possibilità di scegliere tra la lettura e l’ascolto dei testi – aggiunge Simona Poggi, assessore comunale alla Cultura - . Essere accogliente nel linguaggio mantenendo un imprescindibile profilo scientifico; essere uno strumento che riuscisse a mostrare e a “far parlare” alcuni dei numerosi reperti rinvenuti durante gli scavi nel corso degli anni. Sono infatti soprattutto gli oggetti della vita quotidiana e i resti dell’apparato architettonico e decorativo che ci aiutano a comprendere come vivessero qui le persone in epoca romana e quale fosse l’aspetto della villa nel periodo del suo massimo splendore».

Massimo Picone

Ti potrebbero interessare anche: