News11 aprile 2019 15:08

L’ombra del buco nero galattico

Lunedì 15 aprile alle 18 alla Ubik l'incontro a cura del presidente dell’Associazione Astrofili Orione Ugo Ghione per approfondire le notizie sulle meravigliose foto diffuse in questi giorni dagli scienziati che hanno lavorato all’Horizon Event Telescope

L’ombra del buco nero galattico

"Ci aspettavamo la foto dell’orizzonte degli eventi del buco nero al centro della nostra galassia noto come SgrA* ed invece gli astronomi dell’Horizon Event Telescope ci hanno fornito prima quella del buco nero della galassia M87 che è circa duemila volte più lontano ma anche 1500 volte più grosso, ma soprattutto ha variazioni più lente ed è più facile da fotografare".

Una “fotografia” estremamente difficile ed elaborata che viene memorizzata su una memoria equivalente a quella di 15.000 computer, una “macchina fotografica” senza precedenti che coinvolge otto radiotelescopi sparsi su tutta la Terra a migliaia di chilometri di distanza che lavorano sincronizzati con una precisione del miliardesimo di secondo, una nuova estensione del concetto di “vedere” un oggetto dei più affascinanti da osservare, invisibile per definizione, capace di bucare lo spazio e di fermate il tempo, questa è l’avventura che poche decine di persone hanno intrapreso e stanno per concludere rendendo pubblica la loro esperienza.

Le misurazioni dell’EHT (Event Horizon Telescope) sono iniziate due anni fa nel 2017 e ci si aspetta che a breve vengano pubblicate fornendo nuove conferme o smentite di una delle teorie che sono alla base della nostra conoscenza dell’universo, la Teoria della Relatività Generale di Einstein.

Lunedì 15 aprile ore 18 Libreria Ubik:

“L’ombra del buco nero galattico” e il Buco Nero della galassia M87

Incontro a cura del Prof. UGO GHIONE Presidente dell’Associazione Astrofili Orione

 

com