News12 luglio 2019 12:26

Tutti insieme alle Canarie!

L'appuntamento con l'Opera Giocosa vedrà sul palco del Priamàr due savonesi molto amati dal pubblico: Matteo Peirone e Linda Campanella

Nella foto di Luigi Cerati, Campanella e Peirone nel 2017 al Chiabrera.

Nella foto di Luigi Cerati, Campanella e Peirone nel 2017 al Chiabrera.

L'Opera Giocosa di Savona dà appuntamento a domani, sabato 13 luglio (alle ore 21) quando, alla Fortezza del Priamàr, i riflettori si accenderanno per “Tutti insieme alle Canarie!”, da un'idea di Matteo Peirone che si è ispirato a “L'impresario delle Canarie” di Domenico Sarri. 

Singolare il sottotitolo dell'opera che anticipa un po' la trama: “Uno spasso barocco tra primedonne, impresari, poeti e castrati. E la presenza straordinaria di un grandissimo compositore”, con tanti riferimenti al savonese, come già anticipato in conferenza stampa.

In un ambientazione del '700, sul palco ci saranno nomi di punta della lirica legati alla Torretta, come Linda Campanella, che sarà 'Dorina', e Peirone stesso, che vestirà i panni di 'Nibbio'. Con loro, Jacopo Marchisio 'Cesareo - il poeta', Jacopo Facchini 'il Casertino - castrato' (al posto del preannunciato Luigi Schifano, bloccato da problemi di salute), Paolo Spadaro 'il Maestro Spadino - direttore' e Giovanni Di Stefano 'il signor Giovanni - intendente dell'Opera' (e, detto per inciso, alla presentazione del cartellone estivo nel Palazzo comunale, il presidente e direttore artistico della Giocosa, Di Stefano, sempre così entusiasta, ha guardato i giornalisti con aria mesta e poi ha abbassato gli occhi come a dire: “Mi tocca fare pure questo!”). 

Marchisio curerà anche la regia e le scene, il M° Spadaro dirigerà il Voxonus Ensemble, e ci sarà la partecipazione straordinaria di 'Elio' (Stefano Belisari del gruppo 'Elio e le storie tese', nella parte di Benedetto Marcello) che si cimenterà anche nel flauto traverso. Da segnalare inoltre i mimi della Compagnia teatrale dei 'Cattivi Maestri' di Savona e del Liceo scientifico Grassi, in questo allestimento del nostro Teatro di Tradizione, anche nuova produzione.

Dice il M° Di Stefano: “Ancora una volta portiamo in scena l'ennesima e originale valorizzazione non soltanto di un patrimonio artistico, ma anche di tutti coloro che, a ogni latitudine, portano in alto il nome di Savona”.

Parla del suo lavoro anche Peirone: “Il testo originario di partenza è musicato da un musicista quasi sconosciuto come Sarri, mentre il libretto è invece stato scritto da quello che è probabilmente il più grande poeta del '700, ovvero Pietro Metastasio”. E aggiunge: “Abbiamo aggiunto alcune parti di fantasia come quella proprio di Casertino, oppure di Cesareo, oltre che la presenza di uno dei più grandi compositori del '700, Marcello (interpretato dal celebre Elio, che canterà e suonerà)”.

“Messinscena molto pulita e semplice – si inserisce a sua volta il regista Marchisio – con nostri inserimenti musicali che creeranno invece delle parentesi che sono proprie della magia che trasmette la musica e il teatro”. 

Ed ecco in conclusione una dichiarazione del soprano Campanella: “Dopo tanti spettacoli in giro per il mondo è bello, per una savonese come me, tornare nella propria città: è sempre un'emozione. Sarò Dorina, la primadonna, attorniata da tanti personaggi maschili che la adorano e la servono. Una diva capricciosa che accoglierà in casa uno strano impresario che arriva dalle Canarie e, successivamente, il grande compositore Marcello con il quale non si sa bene quale tipo di relazione abbia. Lo svolgimento della trama, estremamente divertente, svelerà ogni cosa”. 

Per questo evento che chiuderà la stagione lirica estiva alla nostra Arena, dal titolo 'Un bel dì, vedremo', la biglietteria rimarrà aperta fino a domani, sabato 13, al teatro Chiabrera di Savona (orario 10/12 e 17,30/19,30). Sabato sera, un'ora prima dello spettacolo, si aprirà il botteghino al Priamàr. Info: 019/2217563 - info@operagiocosa.it. 

È bene precisare che, in caso di maltempo a spettacolo iniziato, non sono previsti rimborsi del biglietto o recuperi della recita, ma si potrà acquistare un biglietto al cinquanta per cento del prezzo intero per uno degli spettacoli della stagione lirica autunnale, presentandosi al botteghino con il biglietto dello spettacolo annullato. In caso di annullamento prima dell'inizio, invece, l'eventuale recupero ci sarà domenica 14 luglio (stessa ora). 

 

Laura Sergi