Mezza politica15 settembre 2019 12:26

Pontida: delirio Lega

Massì, facciamolo re. Ci leviamo il fastidio della legge elettorale, e soprattutto dei “mestieranti della politica”

Pontida: delirio Lega

Sul palco di Pontida, assieme agli “squadroni” (citazione letterale del tonante presentatore) dei parlamentari della Lega, ci sono infatti i sindaci leghisti del sud: e giù ole al grande Salvini, alla grande Lega, prima i mestieranti della politica ci hanno rovinato ma ora per fortuna ci siamo noi, noi della Lega.

C’è la Lega, che di politica non è vissuta mai.

Infatti la Lega, tutti lo sanno, mestieranti della politica non ne ha: non c’è mica gente che vive di politica da quando, a vent’anni, faceva il delfino di Maroni.

Non c’è una sentenza di restituzione di quarantanove milioni di euro di rimborsi elettorali.

Non ha iniziato, la Lega, a governare questo sciagurato Paese nel ’94 al seguito del fido Berlusconi.

Non è il partito più vecchio che siede in Parlamento.

Non è il partito che da anni governa le regioni del Nord, la cui unica fatica è stata sostituire la “secessione” con le “autonomie”.

Non è neanche la disgustosa follia che stiamo vedendo e sentendo in diretta da Pontida.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

martedì 28 gennaio
giovedì 23 gennaio
martedì 21 gennaio
martedì 14 gennaio
lunedì 13 gennaio
lunedì 06 gennaio
venerdì 27 dicembre
Ma quale pelle
(h. 06:58)
giovedì 26 dicembre
Bravo Fioramonti
(h. 08:21)
martedì 24 dicembre
mercoledì 18 dicembre