Mezza politica18 settembre 2019 07:45

La fuffa e la ciccia

E se la finissimo di parlar di Renzi? Una provocazione, certamente: ma forse anche un’idea

La fuffa e la ciccia

Da quando Salvini non è più imbullonato al Viminale, con i soldi pubblici a coprir le spese della sua costosa propaganda, e ne sentiamo parlare un po’ meno, è accaduto un piccolo miracolo: in Italia si è ricominciato, timidamente, a parlare dei problemi reali che affliggono il Paese.

La crescita che non c’è, per esempio.

Le famiglie che affogano.

La scuola senza docenti, e la sanità senza dottori.

Siamo davvero sicuri di voler chiudere tutti i dibattiti che possono essere utili a qualcosa, per ricominciare a parlare di ego ipertrofici e di protagonismi abnormi?

Di volerci interessare solo al gioco delle novelle alleanze portate dall’ennesima scissione?

Non si vede la ragione per la quale “Italia viva” debba essere al centro del discorso politico di un Paese a pezzi.

Come non si vedeva la ragione per cui dovesse esserlo la Open Arms.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

martedì 28 gennaio
giovedì 23 gennaio
martedì 21 gennaio
martedì 14 gennaio
lunedì 13 gennaio
lunedì 06 gennaio
venerdì 27 dicembre
Ma quale pelle
(h. 06:58)
giovedì 26 dicembre
Bravo Fioramonti
(h. 08:21)
martedì 24 dicembre
mercoledì 18 dicembre