Sciûsciâ e sciorbî23 settembre 2019 18:34

I quasi mille schedati politici dalla questura di Savona nel Dopoguerra (Seconda parte)

Questo è il secondo e ultimo lancio che si riferisce ai documenti degli schedati politici della Questura di Savona. Rispetto al primo contiene nomi e fatti molto vicini ai nostri giorni, che vanno in genere dall'immediato Dopoguerra (ma in alcuni casi anche prima) alla fine degli anni 60 (ma in alcuni casi anche dopo). Un elenco dunque più recente, al punto che alcune delle persone schedate sono tuttora viventi (di Nicola Stella)

I quasi mille schedati politici dalla questura di Savona nel Dopoguerra (Seconda parte)

Qui troviamo in tutto 891 nomi di "sovversivi", tra i quali quelli di sindaci come Aglietto, Urbani, Carossino, Scardaoni, Magliotto, Viveri, Ricino, Picasso; partigiani, miltanti comunisti, socialisti, anarchici, gente comune e qualche fascista, in genere finito sotto schedatura all'indomani del 25 Aprile 1945, quando per un breve periodo la Questura venne retta da antifascisti designati dal Comitato nazionale di Liberazione. 

Nelle pagine compaiono il numero della cartella che contiene la scheda, cognome e nome, luogo e data di nascita, mentre l'ultima casella si riferisce alla datazione del primo e dell'ultimo documento presente in ciascuna scheda.

In questi giorni, anche grazie ai social network, si è scatenato un curioso gioco di società a carattere storico-personale: molti lettori hanno consultato le pagine di questo sito per cercare se negli elenchi vi fossero nomi conosciuti, magari nonni, bisnonni, padri, parenti, vicini di casa. A maggior ragione è probabile che anche questo elenco susciti interesse. 

Alcuni lettori hanno espresso il desiderio di andare a vedere che cosa ci sia scritto all'interno dei fascicoli personali. Per farlo, basta recarsi nei locali di Valletta San Cristoforo e chiedere agli addetti il "fascicolo A8 della Questura di Savona - ultimo versamento", specificando il numero della cartella che si trova nelle liste qui pubblicate. 

L'Archivio di Stato di Savona è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 15, orario che si prolunga fino alle 17.30 il martedì e il giovedì.

(vedi anche l'articolo www.lanuovasavona.it/2019/09/20/leggi-notizia/argomenti/sciuscia-e-sciorbi/articolo/pertini-e-i-sindaci-di-savona-spiati-anche-nel-dopoguerra.html)

Nicola Stella

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA