Contromano02 ottobre 2020 15:36

Che la Forza sia con noi

Dibba non ha dubbi: “l’alleanza strutturale col PD è la morte nera”. Le parole dell’ex deputato 5S rimbalzano su tutti i giornali dopo l’intervista andata in onda ieri sera su La 7

Che la Forza sia con noi

Di strutturale comunque pare esserci pochino se guardiamo numero e vastità dei fronti aperti tra i due partiti che esprimono l’attuale governo.  

Il primo, i decreti sicurezza voluti da Matteo Salvini.

Il PD sembra finalmente intenzionato a modificarli, dopo oltre un anno trascorso dal Papeete, dalla caduta del governo gialloverde e dalla nascita di quello cosiddetto giallorosso. Ma Vito Crimi, capo politico del Movimento, non è convinto e gela gli alleati: “vedremo se ci sono i requisiti di necessità e urgenza”. E pazienza se i requisiti in questione li aveva visti perfino Mattarella, che alla firma del secondo decreto sicurezza aveva allegato una dura reprimenda.

Poi, il MES: i 36 miliardi del fondo salva stati che potrebbero esser richiesti immediatamente e spesi per la sanità, liberando così risorse per intervenire su infrastrutture, scuole, digitalizzazione. Il PD lo vuole, il Movimento no. Ma il Recovery Fund, ancora in fase di discussione in sede europea, potrebbe arrivare con ulteriore ritardo rispetto alle prime previsioni, che parlavano della prossima primavera.

Infine, il reddito di cittadinanza: il provvedimento - bandiera dei 5S approvato dal primo governo Conte ora è di nuovo in forse.

In tutto questo, dopo il referendum incombe sull’Italia la nuova legge elettorale: si parla con insistenza di una soglia di sbarramento al 5%, un vincolo che rischia di spazzar via perfino gli alleati di governo come LEU.

Conte, stretto tra i duellanti, dissimula l’imbarazzo dovuto al fatto che la firma sui due decreti sicurezza salviniani e sul reddito di cittadinanza è la sua, e per adesso decide di prorogare lo stato d’emergenza, “ragionevolmente fino al 31 gennaio prossimo”.

Per quanto riguarda la morte nera, forse Dibba non ha tutti i torti.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

domenica 25 ottobre
Fallire con decoro
(h. 09:15)
lunedì 19 ottobre
sabato 17 ottobre
Pezzi di Toti
(h. 09:55)
domenica 04 ottobre
lunedì 28 settembre
mercoledì 23 settembre
domenica 13 settembre
giovedì 10 settembre
Scappiamo con Toti
(h. 16:07)
venerdì 28 agosto
giovedì 20 agosto