Mezza politica08 gennaio 2021 15:39

Zona gialla, ma scuole chiuse: sulla pagina di Toti è ancora tempesta

La luna di miele tra il presidente della Liguria e i suoi social fans sembra definitivamente terminata: forse Toti sperava di guadagnar consensi annunciando che la settimana prossima saremo nella zona meno a rischio, ma a giudicare dai commenti non tutti sono felici, anzi

Zona gialla, ma scuole chiuse: sulla pagina di Toti è ancora tempesta

“La Liguria sarà in zona gialla a partire da lunedì 11 fino a domenica 17. Questa la collocazione stabilita per la nostra regione alla luce dei dati epidemiologici su cui ho appena avuto un confronto telefonico con il ministro Speranza. Precauzionalmente, al fine di non peggiorare una situazione ancora fragile e instabile circa la diffusione del Covid, uniformandoci alle Regioni che ci circondano, abbiamo deciso che da lunedì 11, e per una settimana, gli studenti delle scuole secondarie superiori non rientreranno ancora in aula ma proseguiranno nella modalità della didattica a distanza. Nelle prossime ore comunicheremo nel dettaglio tutte le decisioni ma ritenevo doveroso informarvi tempestivamente in modo da permettere alle attività e alle persone coinvolte da questa decisione di organizzarsi.”

Chissà se si aspettava, il presidente, la ribellione che si è scatenata sotto il suo post:

Barattare la scuola con le botteghe a fronte di dati che ci davano in zona rossa non è un buon servizio che si dà ai cittadini. Anche oggi era meglio se ci faceva vedere la foto del pranzo”.

“Complimenti per la coerenza: pochi giorni fa lei diceva che in zona arancione saremmo potuti tornare in presenza e oggi parla di precauzione”.

“Ricordo con noia che nel resto del mondo nonostante il Covid hanno continuato ad andare a scuola in presenza salvo qualche raro periodo. Il vedere cosa stiamo facendo ai nostri ragazzi è sconcertante. Siamo dei dementi.”

“È una vergogna che siano loro l’agnello sacrificale. Si potesse revocare il voto che ho dato lo farei

“grazie, se non li manda a scuola quando siamo in zona gialla quando pensa di mandarli? Perché ora arriva terza ondata già scritta e quindi proseguiranno in Dad, alla fine faranno così tutto l'anno, per un totale di 1 anno e mezzo”

“Una settimana in più di DAD?? Non è una settimana in più, sono 10 MESI che i nostri ragazzi sono a casa con difficoltà di apprendimento ed un enorme danno allo loro socialità, alle loro relazioni, in un'età estremamente delicata. È da marzo che parlate di organizzare i trasporti e allora FATELO!”

“I ragazzi ancora a casa sono una vergogna mio figlio sta dando di testa, sono pentita di averla votata

“Vergogna... ormai è solo una battaglia politica contro il governo... è riuscito ad ottenere la gialla e tiene chiuse le superiori per non prendersi nessuna responsabilità... e quando firmerà mai per riaprirle?”

“Vergognoso! Dopo che le scuole si sono organizzate con orari e turnazioni facendo un lavoro enorme... Decisione totalmente senza senso”.

Poi l'ironia: "Ma a Novi Ligure e ad Albissola Inferiore le scuole saranno regolarmente aperte?"

E non è solo la scuola il tema: “Bravissimo! Nel frattempo mio padre si trova in fin di vita al PS di Villa scassi perché il 31.12.2020 hanno pensato bene di dimetterlo dall' ospedale San Martino, nonostante ancora positivo, e di mandarlo in una RSA a Cornigliano facendogli fare un viaggio in ambulanza con solo il camice monouso indosso...ovviamente nella struttura RSA non era presente il medico H24 ma solo dalle 8,30 alle 20...complimenti a tutti… l'importante è dimettere e far scendere i numeri. Troverò un giudice a Berlino.”

Insomma, i social media manager avranno un bel daffare se decideranno di “moderare” i commenti.

E Toti dovrà cercare con lanternino gli sparuti “grazie presidente” che andavano così di moda prima della seconda ondata virale ed elettorale.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

mercoledì 20 gennaio
Parla - menti
(h. 15:12)
sabato 16 gennaio
Costruttori di fumo
(h. 16:17)
venerdì 15 gennaio
giovedì 14 gennaio
martedì 12 gennaio
Pagati per bigiare
(h. 15:04)
giovedì 07 gennaio
lunedì 04 gennaio
lunedì 28 dicembre