Salute & Veleni19 marzo 2021 19:14

Tumori Valle Bormida, un pò di storia e alcune domande

Europa verde: tumori allo stomaco, “scatta l’allarme in Val Bormida”? Vorremmo ricordare che questa triste storia affonda nel passato

Tumori Valle Bormida, un pò di storia e alcune domande

Per restare nel presente è indispensabile riportare alcuni estratti delle notizie apparse sui alcuni quotidiani in questi ultimi tre anni.

 

Il SECOLO XIX – 18 agosto 2018

Tumori in Valbormida – indagine IST di Genova

I casi di tumore sono in aumento...

…Manca correlazione fra fattori ambientali e patologie…

...I dati devono essere spiegati e contestualizzati

Come spiega il giornalista, lo studio è rimasto nel cassetto per 6 mesi e poi pubblicato , senza troppo clamore , tra le pieghe informatiche del sito ambientale della regione Liguria.

 

Savonanews - 2018 /2019

 

Febbraio 2018 – studio epidemiologico Carcare /Dego/ Cosseria /Altare Cairo M.tte

Agosto 2018 - Il sindaco di Cairo Lambertini dichiara di non saperne nulla, dopo alcuni giorni i vice sindaco R. Speranza dichiara diversamente : “siamo stati informati dalla Regione che i dati sarebbero stati pubblicati”

Ottobre 2018 – il sindaco di Cosseria : una assemblea pubblica è necessaria perché l’incidenza tumorale è drammatica

Novembre 2018 – Il sindaco Lambertini : entro fine anno i primi riscontri ,poi valutare il da farsi

Gennaio 2019 – a breve l’incontro per spiegare i dati

Marzo 2019 – slitta il dibattito a Cairo Montenotte

IVG 4 giugno 2019

...A Cairo illustrato lo studio epidemiologico (IST ) più tumori allo stomaco e leucemie rispetto al resto della regione…

Il benzene la causa più scatenante di queste patologie dovute al traffico veicolare e della cokeria…

Si parla di SOx, VOC e benzene ma non si parla ancora di Benzo(a)pirene (n.d.r)

 

L’Unione Monregalese 14 giugno 19

..Dal 2000 al 2013 in netto aumento i tumori allo stomaco..

 

 

IVG 22 Maggio 2020

Lo studio epidemiologico più recente è stato illustrato lo scorso giugno dai medici dell’Ist di Genova. L’indagine si concentrava sull’aumento di patologie all’apparato digestivo in un periodo lungo 25 anni, dal 1988 al 2012, e i ricoveri dal 2000 al 2013 per tumore allo stomaco, al colon-retto, all’apparato respiratorio, linfomi, leucemie, tutti tumori maligni. In quella sede era emerso come la mortalità per tumore dello stomaco fosse in aumento: +60% rispetto al resto della Liguria. Allo stesso modo era emerso un numero di ricoveri per il tumore al colon-retto più elevato del normale; quanto ai linfomi si registrava un numero più alto del 20% rispetto alla media…Ma, vista l’età delle persone decedute e la frequenza dei casi, qualcuno in Valle ha cominciato a domandarsi cosa stia succedendo e se vi sia una effettiva crescita (provata) dei casi di tumore o se sia solo una sfortunata casualità.

A Cairo illustrato lo studio epidemiologico: più tumori allo stomaco e l...

Il benzene la causa più scatenante di queste patologie, dovuto dal traffico veicolare e dalla cokeria

 

 

Savonanews 13 Marzo 2021

Mortalità maschile dovuta a tumore dello stomaco più alta del 90% della media regionale e del 70% in più per la popolazione femminile” a Cairo Montenotte e in Val Bormida. Il gruppo consiliare Cairo Civica e Democratica (Giorgia Ferrari, Nicolò Lovanio, Alberto Poggio, Matteo Pennino e Silvano Nervi) presenta un'interrogazione al Sindaco di Cairo per chiedere spiegazioni.

I dati emergono da quanto scrivono i Giudici del Consiglio di Stato (Vito Poli, presidente, Leonardo Spagnoletti, consigliere estensore, Alessandro Verrico, Roberto Caponigro ed Emanuela Loria,) nella sentenza sull'autorizzazione all'attività di Italiana Coke, quando, riprendendo le memorie degli enti pubblici (Regione, Provincia, Comune di Cairo e Arpal), parlano dell'attività della cokeria e della "pesante incidenza sul contesto ambientale del territorio di Cairo Montenotte e della Val Bormida, che presenta marcate incidenze di patologie tumorali e linfomi (...)"

Il SECOLO XIX 15 Marzo 2021

TROPPI TUMORI ALLO STOMACO , SCATTA L’ALLARME IN VALLE BORMIDA

…A svelare i dati sono i giudici del Consiglio di Stato nella sentenza AIA (autorizzazione integrata ambientale) di Italiana Coke…

…Tumori allo stomaco uomini 90 % donne 70 %...

…I dati sono ancora più alti rispetto a quanto riportato nel 2019 da IST Genova…

 

 

In realtà i dati relativi al benzo(a)pirene non solo erano superiori al limite annuale nel 2019 per tutte e tre le centraline di Cairo Montenotte ( Mazzucca ,Bragno e Farina) .

Dai report annuali della regione Liguria riguardo l ambiente si evince che già nel 2016 il valore annuale del benzopirene era superiore al limite di 1 ng/m3 per tutte e tre le centraline, nel 2017 fuori limite in quella di Mazzucca , nel 2018 fuori limite in quella di Bragno.

(VALUTAZIONE ANNUALE DELLA QUALITÀ DELL’ARIA Arpal/Regione Liguria)

 

A conferma della tragica situazione ambientale vogliamo ancora ricordare le campagne sullo studio dei Licheni nei quali si evince una situazione che nel complesso presenta un alto grado di alterazione: buona parte dell’area presenta condizioni della qualità dell’aria paragonabili a quelle delle aree maggiormente inquinate della pianura Padana.

..Nella campagna di biomonitoraggio eseguite a livello regionale, si è potuto evidenziare
come le aree di cattiva qualità dell’ aria ( rosso, arancione e giallo) si estendano , a partire dall’ area di
Savona, Albissola, Vado, Quiliano, fino all’ entroterra, interessando tutta la Val Bormida. La Provincia di Savona, con una densità abitativa pari a meno della metà di quella della Provincia di Genova, presenta una situazione di inquinamento diffuso che non ha eguali in tutta la Regione. Valga in particolare il confronto con la Provincia di Imperia, ove, a parità di densità abitativa, prevalgono condizioni di qualità dell’ aria molto migliori…

1. Nimis e Castello 1990 (Università di Trieste, specifica per l'effetto della centrale ENEL).
2. Nimis e collaboratori 1998 (Università di Trieste, specifica per l'effetto della centrale ENEL).
3. Giordani et al. 2000 (ARPA + Università di Genova, su scala regionale).

4. Giordani 2003 (Università di Genova, su scala regionale).
Biomonitoraggio nell’area di Vado Ligure - Campagna 1990
(Castello et al., 1994)

La Valle Bormida è quindi anche interessata dall’inquinamento ambientale proveniente dalla costa Savonese.

 

A seguito di quanto riportato, come Europa Verde, chiediamo ai Sindaci dei Comuni della Valle Bormida interessati (Altare,Carcare, Cosseria,Cairo Montenotte e Dego) :

 

-eravate a conoscenza dei dati pubblicati dalla regione Liguria e relativi all’ambiente almeno dal 2016 ?

 

-avete informato i vostri cittadini riguardo le analisi ambientali ARPAL?

 

-avete richiesto alla Provincia/Regione l’installazione di centraline nel vostro Comune per la rilevazione in particolare del benzene, benzo(a)pirene, PM 10 , PM 2,5, SOx, NOx, CO ?

 

- a che punto è il piano di risanamento ambientale?

 

Per la giusta e trasparente informazione e la consapevolezza :

-possono essere segnalati attraverso opportuni tabelloni elettronici presso la sedi delle Amministrazioni Comunali ed in tempo reale i valori giornalieri di questi inquinanti ?

-a seguito della sentenza AIA del Consiglio di Stato non sarebbe importante portare a conoscenza della popolazione i valori delle emissioni e anche delle relative emissioni diffuse della Italiana Coke ?

Per il bene comune :

I cittadini della Valle Bormida potranno finalmente respirare aria pulita ?

 

 

 

 

Europa Verde

Circolo Valle Bormida


com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA