Crisi Complessa18 ottobre 2023 17:37

Funivie, il Governo si vota contro

La Cgil: "In quattro anni solo passi indietro, con la politica nazionale e regionale incapace di trovare soluzioni. Dov’è la Regione Liguria? il Presidente Toti si era impegnato a costruire il bando per la concessione entro il mese di ottobre insieme al Ministero e l’autorità portuale"

Funivie, il Governo si vota contro

"In meno di venti giorni il Governo sulla vertenza delle Funivie (impianto Savona – Cairo Montenotte) riesce a votarsi contro per ben due volte" dichiarano dalla Cgil di Savona Andrea Pasa e Simone Turcotto.

"La prima nella conversione in legge del decreto "Asset" lo scorso 30 settembre e l’ultima questa mattina che boccia l’emendamento nella discussione del Decreto Qualità dell’Aria".

"Inoltre pochi giorni fa l’ulteriore tegola sul bando deserto per il ripristino dei piloni". 

"E’ una situazione imbarazzante e non più tollerabile di cui il Governo, il Ministero e la Regione Liguria sono responsabili di questo scempio politico, industriale ed economico che tocca in maniera drammatica il territorio savonese e mina la possibilità di rilanciare e sviluppare l’interno comparto , oltre che non dare risposte ad oltre 50 lavoratori che attualmente si occupano dell’infrastruttura". 

"Il Ministro Salvini e il Presidente della Regione Liguria Toti dicano una volta per tutte se le Funivie sono strategiche oppure no. Se si , se ne occupino e diano risposte ad un intero territorio che attende una soluzione da 4 anni ; perché è’ necessario , così come chiediamo da tempo , che si calendarizzi un incontro presso il Ministero alla presenza di tutti i soggetti interessati – Comune di Savona, di Cairo Montenotte , Autorità Portuale , Regione Liguria , Sindacati Savonesi e Confindustria Savona – per capire cosa sta succedendo e quali sono le scelte politiche che il Governo è deciso a fare o meno". 

"Perché sono necessari tempi certi per la ricostruzione – dopo 4 anni di meline - , ci vuole il bando per la concessione –per mettere in sicurezza i lavoratori ed iniziare a progettare la formazione per inserire nuovo personale - e un investimento forte sul progetto che metta insieme ferro-fune e parchi per dare un futuro al settore visto che ci sono imprenditori già pronti a farlo funzionare e con un progetto che tiene insieme tutto questo".

"Altrimenti Regione Liguria e Governo saranno ancora una volta responsabili della de -industrializzazione del territorio savonese e ligure in un momento in cui di soluzioni non ne trovano per molte altre vertenze industriali, perché senza idee e senza una vera e propria politica industriale così come certificano le crisi irrisolte di Piaggio Aerospace, Sanac che rischia seriamente di chiudere i battenti e appunto Funivie". 

"Se mai ce ne fosse bisogno le Politiche Industriali insieme alla Sanità sono drammaticamente il fallimento delle politiche attuate dalla Regione Liguria" concludono dalla Cgil. 

com

Ti potrebbero interessare anche: