Crisi Complessa28 febbraio 2019 19:51

Il caso Piaggio discusso oggi in Commissione Difesa

"In Commissione difesa Abbiamo deciso di dare parere favorevole alla proposta Mise di rimodulazione del programma di acquisizione dei droni di classe MALE (media altitudine e lunga autonomia) perché riteniamo che questa soluzione concili l'urgenza socio-economica di salvare i posti di lavoro delle maestranze della Piaggio Aerospace e la necessità industriale e strategica di proseguire lo sviluppo di una tecnologia aeronautica d'eccellenza nazionale per consentire la partecipazione italiana al progetto del drone europeo MALE 2025"

Il caso Piaggio discusso oggi in Commissione Difesa

Così il portavoce M5S alla Camera Roberto Traversi, membro di commissione difesa della Camera ed il Consigliere Regionale Andrea Melis membro della commissione attività produttive in Consiglio Regionale. 

"Sappiamo che è stato un periodo difficile per i lavoratori e per il territorio e anche per l'indotto dell’azienda, ma ci siamo trovati di fronte ad una situazione complessa, ereditata, che nascondeva in realtà più incertezze che prospettive, nulla della presunta commessa per il P2HH era stato realmente accertato, tanto la reale necessità quanto le disponibilità di bilancio e utile la ricerca, ma era utile basarsi su una maggiore concretezza.

Ora si apre una fase nuova, che vede negli investimenti su un progetto più maturo e confacente alle esigenze, il P1HH, il primo tassello per il rilancio dell'azienda, che peraltro vedrebbe immediatamente coinvolta LAERH, l'azienda dell'indotto che prepara le parti di fusoliera".

Quanto riferito oggi in commissione difesa, dal sottosegretario Crippa allo sviluppo economico, relativamente al progetto, con le dovute modifiche a quello inizialmente previsto dal precedente governo, conferma la volontà di lavorare, senza clamore ma concretamente, per una prospettiva di medio lungo termine che garantisca per Piaggio e, soprattutto, per la sua forza lavoro in Liguria, produzione di qualità e occupazione.

Soprattutto però mette in luce l’intesa tra i due ministeri, anzi Il ministero della difesa si prenderà l’impegno di prospettare alle pubbliche amministrazioni la rilevanza e l’utilizzo di questi droni per utili impieghi."

 

com