Contromano28 febbraio 2019 12:06

Senzatetto né dimora

Nella vita basta sbagliare bivio per finire “per cartoni”, scriveva il nostro amico e collega Fabio Palli raccontando la storia di Gaetano, che di giorno lavorava in un antico e prestigioso palazzo genovese, e di notte dormiva per strada. Gaetano è morto, ormai: dormire per strada logora

foto: Fabio Palli per Fivedabliu

foto: Fabio Palli per Fivedabliu

È notizia di oggi il blitz delle forze dell'ordine nelle aree ex Piaggio della ridente Finale Ligure: abbandonate dopo lo scoppio della bolla immobiliare e quindi non più utili a un'immediata cementificazione, servivano come rifugio a decine di senzatetto.

Italiani e stranieri, senza distinzione perché la povertà non ha colore.

È democratica, la povertà.

“Messa in sicurezza”, l'obiettivo dell'operazione dei Carabinieri, e fin qui niente da dire: una società che si dice civile non può consentire che decine di persone vivano nel degrado, tra gli escrementi propri e altrui.

La domanda è un'altra: adesso cosa ne sarà di quelle persone?

Accompagnate in caserma, identificate, e poi? Ora si penserà a trovare una sistemazione dignitosa per ciascuna di loro?

O passata la foga mediatica dello “sgombero” verranno un'altra volta lasciate al loro destino? A cercare un'altra fabbrica abbandonata, ché siamo area di crisi complessa, o a dormire sotto i portici di via Paleocapa?

Perché forse per qualcuno dormire in strada è davvero una scelta, dovuta alle sofferenze, al delirio o all'alcool, chissà; ma certamente per molti un tetto è un desiderio.

Forse irrealizzabile, nella Liguria degli inutili palazzi di lusso, dove i poveri sono sempre di più.

Chi non ha ancora letto la storia di Gaetano può farlo a questo link: www.fivedabliu.it/2018/01/06/quello-che-mi-resta/

LNS

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

domenica 05 maggio
sabato 27 aprile
venerdì 26 aprile
lunedì 22 aprile
mercoledì 17 aprile
Rai hai hai
(h. 06:02)
mercoledì 10 aprile
martedì 09 aprile
martedì 02 aprile
Miracolo a Savona
(h. 19:12)
giovedì 28 marzo