Contromano08 febbraio 2020 15:00

Poste, il pacco è nel manico

Siamo a Savona in un piccolo ufficio postale, in un normale venerdì non di inizio mese, non di fine mese. Dei tre sportelli due sono vuoti, come quasi sempre

Poste, il pacco è nel manico

La coda si allunga a causa di un utente che chiede come un disco rotto ma allora quali documenti devo portare - ma allora quando posso tornare.

La fila in attesa ormai giunge alla porta.

Chi entra guarda, scuote la testa ed esce.

Lei, l’unica eroica addetta, senza scomporsi continua a sciorinare tipologia dei documenti necessari e giorno più indicato per presentarsi. 

Il tutto si ripete almeno quattro volte.

L’utente, non convinto ma preoccupato da un saliente borbottio di un eventuale linciaggio, finalmente abbandona il campo.

Tra sguardi incrociati vado - io - no - c’ero - io (perché l’ufficio non dispone neppure dei numerini che si trovano ormai in qualsiasi panificio o banco del mercato) si fa strada il cliente successivo.

“Neanche in India ho mai visto una cosa del genere” si lamenta e propone: “signora, scriva ai suoi superiori: non può continuare così”. 

Lei non perde il sorriso e sospira: “sapesse quante lettere ho scritto a Poste Italiane, ma non c’è niente da fare. Ieri ho fatto da sola trecento operazioni. Poi sa, anche voi utenti ci mettete del vostro, a volte…”

Interviene un altro: “Almeno metterne una per le operazioni e una per le spedizioni…” 

Di spedizioni, nel caso in esame, c’è solo quella che dovremmo effettuare noi, ormai semiaddormentati su un seggiolino di fortuna. 

Se ci fossero due addetti, saremmo già usciti da almeno un’ora.

Ma da quando Poste Italiane ha deciso di diventare una banca, delle poste è rimasto solo il nome: lettere e pacchi contano come il due di picche, e tutto è finanza, conti, investimenti, consulenze, libretti.

Usciamo di lì giurando che d’ora in poi ci rivolgeremo solo ai corrieri - l’ultimo film di Ken Loach è già rimosso - e ci chiediamo: ma con tutto quel che guadagna Poste Italiane con le operazioni bancarie e di borsa, non potrebbe assumere un po’ di personale agli sportelli?

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

giovedì 02 aprile
venerdì 27 marzo
giovedì 26 marzo
Essere consapevoli
(h. 11:37)
lunedì 23 marzo
giovedì 19 marzo
domenica 15 marzo
De coccio
(h. 09:07)
sabato 14 marzo
#EroiUnaMinchia
(h. 08:44)
venerdì 13 marzo
giovedì 12 marzo
martedì 10 marzo