Contromano07 maggio 2020 15:13

E liberaci dalle semplificazioni

C’è qualcosa che, emergenza o non emergenza, non cambia mai. Sono le semplificazioni italiane. Oggi per la prima volta ci siamo addentrati nel meandro dei nuovi codici spediti via sms agli utenti per ottenere i farmaci prescritti dal Servizio sanitario nazionale

E liberaci dalle semplificazioni

Codici che, badate bene, non sembra siano utilizzabili per i farmaci a “ricetta rossa”, ovvero quelli ospedalieri. 

In quel caso, devi comunque andare nello studio medico a ritirare le ricette, preparandoti a fare i conti con la segretaria che fa entrare uno per volta sbraitando che “non è più come prima” incurante dei notevoli assembramenti che vanno a crearsi su bui pianerottoli e scale sottostanti. 

Non parliamo del malaugurato caso in cui il medico metta insieme nello stesso foglio una ricetta rossa e una non rossa: apriti cielo, non si sa come scaricarle e la permanenza in farmacia si prolunga alquanto.

Occhieggi gente a un metro di distanza che fa la coda per le mascherine magnanimamente distribuite dalla Regione e racconta “stiamo aspettando il risultato del secondo tampone” e speri con passione che l’attesa sia per un lontano parente (congiunto), sentito solo via telefono.

Per tutto il resto, ci sono i codici: cedi il tuo cellulare al farmacista con la tessera sanitaria del destinatario pensando finalmente, che bella cosa la tecnologia. 

I codici però son tanti, perché la gente in Italia di medicine ne prende parecchie e inizi a scoprire un nuovo mondo: ma questo non l’avevamo chiesto! (invece c’è), e questo che mi serve dov’è? Non lo trovo, qui c’è un codice doppio, ah no aspetti che stampo, eccolo c’è anche lui.

Evviva.

Te ne vai con un farmaco in più che non ti serviva, ché altrimenti dovevi fare la rinuncia.

Lo metterai in frigo.

Insieme alla speranza che qualcosa, in questo Paese, un giorno cambierà.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

giovedì 28 maggio
lunedì 25 maggio
sabato 23 maggio
mercoledì 20 maggio
martedì 19 maggio
sabato 16 maggio
giovedì 14 maggio
mercoledì 13 maggio
Benvenuta estate
(h. 15:55)