Contromano09 luglio 2020 07:01

Autorità portuale chiede 400 euro alla spiaggia per i disabili

Lo Scaletto Senza Scalini di Savona doveva aprire il 1° luglio, invece è ancora chiuso. Meles (M5S) e Ravera (Rete a Sinistra): basta con le prepotenze dell'Autorità portuale, Comune e Porto sempre più distanti benché il Sindaco avesse dichiarato a giugno che "ci stava lavorando", garantendo che non ci sarebbero stati problemi. Il PD: come per la spiaggia di Zinola, il rapporto tra i due enti è da cambiare radicalmente

Autorità portuale chiede 400 euro alla spiaggia per i disabili

Così Manuel Meles e Marco Ravera: "Ieri siamo stati invitati alla conferenza stampa organizzata dalla cooperativa Laltromare per illustrarci l’ennesimo attacco di Autorità Portuale nei confronti della città: l’ultimo colpo basso è la richiesta di 400€ per autorizzare l’avvio dell’attività dello Scaletto senza Scalini, che per l’undicesimo anno è pronto a offrire un fondamentale servizio di assistenza che permette a tutte le persone svantaggiate nelle capacità motorie o cognitive di godere della spiaggia e del mare, un fiore all’occhiello donato ai cittadini savonesi e ai tanti che ogni anno macinano chilometri per raggiungerlo.

Questa decisione, partorita all’ultimo minuto, fa ancor più rabbia vista la modica cifra in ballo, sicuramente onerosa per chi da questa attività non guadagna un centesimo, ma veramente irrisoria nel mare magnum di risorse pubbliche gestite dall’Autorità Portuale, ancor di più se si considera l’enorme rilevanza sociale dell’attività: garantire l’accesso al mare senza barriere a tutte e a tutti, non poteva e non doveva essere visto solo come una questione burocratica.

Apprezziamo che il Comune abbia deciso oggi di versare l’obolo preteso da Autorità Portuale per autorizzare l’avvio dell’attività dello Scaletto, tuttavia ci preme far notare che, a inizio giugno, nel bocciare una nostra mozione presentata al Consiglio Comunale con l’obiettivo di anticipare l’apertura dello scaletto ben prima del 1 luglio 2020, il Sindaco aveva dichiarato che “Ci stava lavorando”, lo stesso mantra ripetuto senza sosta da 4 anni a questa parte, garantendo che non ci sarebbero stati problemi: ancora una volta la realtà dei fatti ha dimostrato che Autorità Portuale e Comune di Savona parlano lingue diverse, e si intendono solamente nel momento in cui il Comune è costretto a intervenire, tardivamente e frettolosamente, per tamponare i disservizi più gravi.

La relazione tra Ente Porto e Comune di Savona sembra essere sempre più caratterizzata da episodi di "arroganza" da una parte del primo, e di "sudditanza" da parte del Secondo, questo triste episodio non mostra certo nulla di nuovo, ma risulta a tutti evidente che l'attuale amministrazione, al di là di curiosi “botta e risposta" sui quotidiani, sta rinunciando al suo ruolo, quello di favorire una leale collaborazione tra Porto e Comune.

Auspichiamo che al massimo entro sabato lo Scaletto possa avviare le sue attività, non sarà accettabile un ulteriore ritardo, insieme agli altri colleghi di minoranza ci siamo impegnati a vigilare sulla situazione. Certo, sarebbe stato apprezzabile se almeno uno, tra i tanti consiglieri della maggioranza, fosse stato presente per testimoniare la vicinanza e l’impegno di chi amministra la città, per difendere una delle più meritorie eccellenze della Savona solidale.

È opportuno inoltre ricordare l’anomalia delle spiagge savonesi, che da Piano Regolatore Portuale sono di competenza dell’ente portuale, caso unico in tutta Italia: il vice sindaco Arecco ha dichiarato in passato che era giunto il momento di mettere mano a questo assetto, generatore di complicazioni e disservizi, sarà arrivato il momento di provare a mettere in atto azioni concrete? 
Le spiagge sono un bene comune, non proprietà di qualche dirigente di Autorità Portuale, un ente ogni giorno più distante dai cittadini anche a seguito dell'accorpamento con Genova."

Critiche anche dal Partito Democratico: "insieme agli altri consiglieri comunali di minoranza ci siamo recati allo Scaletto delle Fornaci dove la Cooperativa L'Altromare ha raccontato pubblicamente il motivo per cui la spiaggia attrezzata per i disabili non ha potuto ancora aprire.

Per questa stagione, la concessione degli spazi dello Scaletto senza scalini delle Fornaci, fiore all'occhiello dell'inclusione e bellissima esperienza della nostra Città, sarà a titolo oneroso. Il Comune lo scopre oggi, quando le attività sarebbero dovute partire una settimana fa, e con una delibera paga i 400 euro richiesti da Port Authority. Ma ora il Comune si attivi e monitori affinché questa autorizzazione arrivi in fretta e lo Scaletto senza scalini possa iniziare finalmente la sua stagione. 

Il punto però è la costante mancanza di comunicazione e sinergia nelle scelte e nelle decisioni. L'amministrazione arriva sempre in ritardo sui problemi e le questioni che hanno a che fare con Autorità Portuale.
Discorso che vale anche per la spiaggia libera di Zinola, pratica portata dal nostro gruppo all'attenzione nell'ultimo Consiglio. Nel 2016 Autorità portuale si era impegnata a realizzare una struttura sulla spiaggia, collegata alla rete fognaria con funzioni di servizi igienici, docce e spogliatoi a servizio della spiaggia libera e una struttura a scopo sociale e aggregativo anche con funzioni di pubblico esercizio: iniziativa finanziata e ad oggi ancora non realizzata.

Il rapporto Porto/Città va radicalmente cambiato sia sotto il profilo istituzionale che operativo. Comune e Autorità Portuale devono trovare tutte le possibili forme di sinergia sul tema degli investimenti, della sostenibilità, della mobilità con una nuova alleanza strategica fatta di obiettivi per la città di Savona.
Porre questi obiettivi all'ordine del giorno non può che essere compito dell'amministrazione".

Lo Scaletto Senza Scalini - conferma Laltromare in giornata - sarà operativo da sabato 11 luglio.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

lunedì 10 agosto
sabato 01 agosto
giovedì 30 luglio
mercoledì 29 luglio
domenica 26 luglio
martedì 21 luglio
foto Fabio Palli, FIVEDABLIU
(h. 16:27)
domenica 19 luglio
mercoledì 15 luglio
lunedì 13 luglio