Sommario24 settembre 2021 15:42

Discariche di bassa Lega

Non contenti di aver portato Salvini a straparlare di sicurezza in città dimenticando che è proprio un leghista l’assessore alla sicurezza, adesso toccano il fondo col volantino recapitato agli abitanti di Legino: “nessuna discarica, basta decisioni sulla testa dei cittadini”. Ma la decisione di piazzare il centro rifiuti a Legino di chi è stata? Del vicesindaco (all'epoca leghista, ora FdI)

Discariche di bassa Lega

Furiosa Elisa di Padova (capogruppo uscente del PD e candidata nella lista Dem alle prossime comunali): “Senza alcun rispetto per la loro intelligenza, i leginesi si sono visti recapitare questo bel volantino. Recita "basta decisioni prese sopra la testa dei cittadini".


Il loro Assessore della LEGA ha proposto il Centro Rifiuti a Legino.  
È scritto nero su bianco, potete leggerlo tutti.
Ad agosto il loro presidente del Consiglio e i loro capigruppo hanno impedito che si discutesse una nostra mozione che prevedeva l'apertura di un tavolo per trovare una soluzione diversa.
Basta davvero!
Dopo Salvini in piazza del Popolo che finge di non sapere che a Savona erano i suoi assessori ad avere la delega alla sicurezza, dopo i manifesti che invocavano una pulizia e un decoro non perseguiti da questa amministrazione, ora dobbiamo sentire anche questo? Ma chi credono di prendere per i fondelli?”

Dello stesso avviso Gabriella Branca (candidata di Sinistra per Savona e responsabile giustizia e legalità della Segreteria nazionale di Sinistra Italiana):
“Le elezioni amministrative provocano gravi distorsioni spazio-temporali ed incredibili amnesie, che sanno di presa in giro per i cittadini.
Nella  giornata di ieri il quartiere di Legino è stato invaso dal volantino della Lega in cui si  sosteneva in modo minaccioso…."NESSUNA DISCARICA A LEGINO" ed ancora “NO A  DECISIONI PRESE SOPRA LA TESTA DEI CITTADINI” invitandoli all’incontro nel quartiere in via Buonarroti”. 

“Peccato che la Giunta uscente di Savona – sottolinea Branca - con tre assessori leghisti (tra cui il vicesindaco Massimo Arecco, ex leghista fino a qualche tempo fa, ora in Fratelli d’Italia e l'assessore Maurizio Scaramuzza, recentemente convertitosi al credo del leghismo) esattamente in data 28 Aprile 2020 con la Determina n. 50, ha deciso di collocare questa 'discarica' proprio a Legino nell'area 'prospiciente da un lato all’area Volley fronte Scuola Edile'”.
“Poiché continuiamo a ritenere che i cittadini abbiano buona memoria, a differenza di chi ha amministrato il Comune fino ad oggi abbiamo voluto ricordare la decisione assunta circa un anno fa consegnando loro una copia della determina in questione (QUI)”.

 

red

Ti potrebbero interessare anche: