Salute & Veleni07 ottobre 2019 19:15

Com’è green Tirreno Power

Mentre l’AD Fabrizio Allegra si lancia in esilaranti filmati tessendo suture tra sostenibilità e ambiente, la “sua” azienda tratta per riaccendere un vecchio gruppo anni ’70 ad olio combustibile!

Com’è green Tirreno Power

A diffondere la notizia è il sito civonline.it all'indirizzo http://www.civonline.it/articolo/torre-sud-chiesta-la-revisione-dellaia

Siamo a Civitavecchia e il piccolo ma affidabile giornale online pubblica: “Mentre si discute del futuro di Enel, Tirreno Power avanza la richiesta al Ministero e ipotizza la messa in esercizio del IV gruppo ad olio combustibile. La sezione doveva essere già smantellata, ma è rimasta riserva fredda. L'Adsp presenta osservazioni e chiede agli enti interessati di esprimersi in merito”

Il pezzo continua: “Mentre è aperto il dibattito sul futuro della centrale Enel di Torre Nord, con un consiglio comunale aperto per discutere, insieme alla città, del phase out dal carbone e della proposta della società di passare al metano, come fase di transizione per un futuro investimento sulle rinnovabili, lontano dai riflettori, come spesso è stata in questi anni, c’è Tirreno Power, che ha chiesto al Ministero la revisione dell’Aia per Torre Sud.

Ma non solo.

Come è stato sottolineato in un passaggio di uno degli ultimi consigli comunali, la società (TP, ndr) avrebbe riportato all’attenzione la richiesta di autorizzare all’esercizio per il IV gruppo, già proposta, e bocciata, nel 2010.

(...) Fatto sta che si parla ancora del IV gruppo, con Tirreno Power che ipotizza un aumento di potenza per la centrale, con il ricorso all’olio combustibile. Torre Sud, come scrivono dalla società nella relazione che accompagna la domanda, “è attualmente costituita da 3 turbine a gas in ciclo combinato ed un gruppo tradizionale in riserva fredda. (...)

Eppure, quella che Tirreno Power definisce una riserva fredda, doveva essere demolita già da tempo. E la precedente amministrazione, in tal senso, non sarebbe stata così incisiva nel pretendere il rispetto della prescrizione del 2010 relativa proprio allo smantellamento dell’impianto.

Lo ha ribadito anche l’Autorità di sistema portuale che, il 5 settembre scorso, in una nota inviata al Ministero, ha ricordato proprio l’indirizzo del consiglio comunale del 2010 che chiedeva lo smantellamento del TV4 “in quanto la somma dei MW installati ed autorizzati non deve superare i 1140 MW” con l’allora sindaco Moscherini che aveva prescritto per motivi sanitari il divieto di funzionamento della sezione 4, ritenendo pericoloso, per motivi sanitari, anche il funzionamento, seppure per un periodo transitorio, del quarto gruppo, come sottoscrissero anche Ministero della Salute, Regione e Provincia.

Tanto che nel 2011 venne chiesto a Tirreno Power un piano di smantellamento e lo sgombero conseguente dell’area.

Per Tirreno Power le operazioni sarebbero durate 18 mesi, ma non avrebbe specificato alcuna data di inizio poiché, per la società, la sezione TV4 non sarebbe smantellabile se non a fine vita dell’impianto. Con Tvs che non avrebbe rispettato neanche la prescrizione relativa allo scarico termico. L’Adsp ha quindi richiesto ai diversi enti interessati l’indirizzo su TV4. Con il Comune di Civitavecchia che ha confermato, nei giorni scorsi, la volontà di procedere sulla strada dello smantellamento della sezione.”

AD Allegra, perchè non racconta anche questo nei suoi video “istituzionali”...?

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

mercoledì 11 dicembre
martedì 10 dicembre
lunedì 09 dicembre
NO2? NO grazie
(h. 14:51)
domenica 08 dicembre
venerdì 06 dicembre
sabato 30 novembre
venerdì 29 novembre
giovedì 28 novembre
Bormida
(h. 07:40)