Contromano21 aprile 2020 12:47

L’imbarazzante predicatore

Arcuri che parla è ancora più inquietante di Arcuri che tace: oggi in conferenza stampa ha ventilato addirittura “facilitazioni di natura sanitaria” per chi installerà la app Immuni. Che significa? Se non respiri e hai installato la app ti curiamo prima di un altro che non respira e non l’ha installata?

L’imbarazzante predicatore

Oltre a minacciare, neppur troppo velatamente, che se la maggior parte degli italiani non scarica la app possiamo dire addio alla fine delle limitazioni, lo stracommissario garantisce che saranno rispettate sia la sicurezza nazionale sia la privacy.

Si guarda bene però dal dirci come.

Di mascherine non si parla più: “l’argomento mascherine ha lasciato il passo ad altri argomenti”, dice Arcuri. 

Già, ma l’argomento mascherine ha lasciato anche tanti morti sul campo, specie tra i sanitari cui era stato detto di non indossarle, come sta emergendo dalle inchieste di questi giorni.

Le parole più gravi restano quelle sulle facilitazioni sanitarie per chi installerà la app, che siamo sicuri domani verranno prontamente rettificate all’insegna del “sono stato frainteso”, locuzione preferenziale degli ultimi decenni.

Impari il commissario a non fraintendere la Costituzione, che per tutti prevede uguali libertà e uguali diritti, compreso quello alla salute.

Se poi il commissario vuol farsi paladino della salute pubblica può iniziare a tracciare gli inquinanti, che in Europa causano 400mila morti ogni anno.

Gliene saremo grati.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

venerdì 29 maggio
giovedì 28 maggio
lunedì 25 maggio
sabato 23 maggio
mercoledì 20 maggio
martedì 19 maggio
sabato 16 maggio
giovedì 14 maggio
mercoledì 13 maggio
Benvenuta estate
(h. 15:55)