Contromano23 maggio 2020 10:05

Distanziamento dalla realtà

Ha le idee chiare il Sindaco, nel condannare la mancanza di “distanziamento sociale” (speravamo che almeno lei evitasse questo concetto aberrante e scegliesse magari di parlar di distanziamento fisico) in queste prime serate di libertà nella Darsena di Savona

Distanziamento dalla realtà

“Le settimane di quarantena potevano essere impiegate per tornare a dialogare con i propri figli, per tornare a essere genitori attenti al proprio ruolo di educatori.” scrive Caprioglio su Facebook stamattina presto.

In soldoni insomma degli assembramenti hanno colpa i genitori, che non educano i ragazzi al rispetto.

Il che - magari - è anche vero, ma considereremmo anche la situazione di molti di questi genitori che - magari - la quarantena non l’hanno trascorsa a innaffiare le rose del giardino o a sfornare fragranti crostate studiando le tecniche più evolute di pedagogia, ma attaccati al sito dell’INPS per cercare di avere i 600 euro, a scervellarsi per riaprire un’attività che - magari - già prima non era floridissima, o a preoccuparsi dei genitori anziani ricoverati nelle case di riposo.

Prima di condannare senz’appello i cittadini sarebbe bene anche interrogarsi su una comunità che da decenni mette la scuola e i ragazzi sempre all’ultimo posto, e che oggi salvo qualche desolante litigio romano pare averli proprio accantonati come l’ultimo dei problemi.

E un amministratore pubblico è chiamato a governare gli eventi, non a puntare il ditino contro i cittadini quando se ne è stati travolti.

 

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

lunedì 01 giugno
venerdì 29 maggio
giovedì 28 maggio
lunedì 25 maggio
mercoledì 20 maggio
martedì 19 maggio
sabato 16 maggio
giovedì 14 maggio
mercoledì 13 maggio
Benvenuta estate
(h. 15:55)