Contromano16 maggio 2021 08:46

Ad aviator donato

Statua di Parodi a Genova, il Comune: “donato dalla famiglia alla città”. E se Alessandra Mussolini decide di donare a Roma una statua del nonno?

foto Donatella Alfonso

foto Donatella Alfonso

La statua inaugurata a Genova da Toti e Bucci in un gran volare di frecce tricolori ritrae Giorgio Parodi non accanto a una moto, ma vestito della divisa con la quale partì volontario per bombardar l’Etiopia nel nome di Benito Mussolini e dell’Italia fascista.

Questo ormai lo sappiamo, data la polemica scoppiata a dire il vero un po’ tardivamente, visto che il (brutto) manufatto già campeggia nel quartiere di Carignano.

“Il monumento, fa sapere il Comune di Genova a, è stato donato alla città dalla famiglia di Giorgio Parodi” - scrive Repubblica. 

Il Comune aggiunge inoltre, a ulteriore discolpa, che prima della realizzazione la statua ha ottenuto il via libera della Soprintendenza.

Tralasciando il discutibile gusto estetico alla base della decisione, ci domandiamo che succederebbe se Alessandra Mussolini decidesse di donare alla città di Roma una statua di suo nonno.

Cosa si fa?

Si piazza un busto del duce davanti al Campidoglio perché a caval donato non si guarda in bocca?

Gli amministratori dovrebbero sapere che in casa propria o nel proprio giardino si può mettere anche la statua di Hitler, ma su suolo pubblico no. 

E il problema è che lo sanno benissimo.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

venerdì 18 giugno
Movida senz ata
(h. 13:49)
sabato 05 giugno
giovedì 03 giugno
domenica 30 maggio
sabato 22 maggio
martedì 18 maggio
mercoledì 12 maggio
venerdì 07 maggio
mercoledì 28 aprile