News14 ottobre 2021 15:04

Vernazza Autogru pluripremiata al Gis di Piacenza: eccellenza per l’innovazione

Riconoscimento alla carriera per l’AD Diego Vernazza: “Nel 2022 oltre 20 assunzioni”

Vernazza Autogru pluripremiata al Gis di Piacenza: eccellenza per l’innovazione


Le Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali di Piacenza hanno esaltato il ruolo di leader del settore per l’azienda “Vernazza Autogru”, gruppo iscritto a Confindustria Genova e all'Unione Industriali di Savona con basi operative tra Vado Ligure e Genova Campi oltre ad altre unità locali in Italia e all'estero.

Tris di successi su scala nazionale. All'evento piacentino “Gis”, Vernazza Autogru ottiene riconoscimenti importanti, vincendo il premio per il “Trasporto eccezionale con rimorchio e semirimorchio” (massa complessiva fino a 120 tonnellate) legato allo smontaggio del carbodotto dell'ex centrale di Vado Ligure, il premio “Innovazione nell’ambito operativo” relativamente al percorso avviato nuovamente nell’area vadese con la cittadella della formazione e logistica, infine il premio speciale alla carriera conferito a Diego Vernazza.

Una grande soddisfazione per la realtà produttiva delle “gru gialle”, che ha avviato il proprio cammino familiare nel lontano 1946 a Varazze e oggi conta oltre 170 dipendenti, impegnata in un costante cammino di crescita con assunzioni di personale proseguite anche nelle stagioni della pandemia. La prospettiva 2022 traguarda a ulteriori 20 innesti tra autisti, gruisti, meccanici, tecnici e amministrativi con i profili ricercati costantemente aggiornati sul sito vernazzautogru.com e sui profili social aziendali.

Per Diego Vernazza, attuale amministratore delegato di Vernazza Autogru, una soddisfazione speciale con particolare emozione per il premio alla carriera: “Un riconoscimento particolarmente gradito perché già ottenuto da mamma Luigina, insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica dal Presidente Giorgio Napolitano e nel 2019 da mio fratello maggiore, Mino. Conquistarlo a 59 anni fa riflettere su quanto corra veloce la vita, ma risulta un premio non banale perché, proprio in questo mese, sono ricorsi i 40 anni dalla morte di nostro padre che ha accelerato gli approdi di noi figli in azienda. Ovviamente, condividiamo il traguardo con tutti i nostri dipendenti e collaboratori ripensando ai sacrifici di papà e mamma”.



com

Ti potrebbero interessare anche: