News11 dicembre 2023 14:22

Pnrr, Comune di Savona e Guardia di Finanza firmano il protocollo anti - corruzione

Stamane a Palazzo Sisto il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Savona ed il Sindaco di Savona hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa per il monitoraggio e controllo dei progetti di investimento finanziati con i fondi del PNRR

Pnrr, Comune di Savona e Guardia di Finanza firmano il protocollo anti - corruzione

Nell’odierna mattinata, presso il Palazzo Civico di piazza Sisto IV, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Savona ed il Comune di Savona, allo scopo di rafforzare le azioni a tutela della legalità delle attività amministrative finalizzate alla destinazione ed all’impiego delle specifiche risorse economiche messe a disposizione dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), hanno sottoscritto uno specifico protocollo d’intesa.

L’accordo, firmato rispettivamente dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Savona - Col. t.ISSMI Aldo Noceti e dal Sindaco di Savona - Avv. Marco Russo, costituisce un concreto esempio di collaborazione interistituzionale. Esso è stato stipulato in attuazione del vigente quadro normativo e delle competenze di entrambe le parti, al fine di migliorare l’efficacia complessiva delle misure volte a prevenire, ricercare e contrastare le violazioni in danno degli interessi economico-finanziari dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli Enti locali, connessi alle misure di sostegno e finanziamento del PNRR, in particolare per quanto riguarda la prevenzione, l’individuazione delle frodi, dei casi di corruzione, dei conflitti di interesse e della duplicazione dei finanziamenti.

Nel dettaglio, i firmatari impegnano i rispettivi Enti per monitorare e vigilare congiuntamente sull’attuazione dei progetti di investimento e delle opere pubbliche finalizzate con risorse del PNRR e del relativo Fondo complementare di matrice nazionale. Con ciò si instaura quindi uno stabile canale di comunicazione fra Guardia di Finanza ed Ente territoriale e quest’ultimo provvederà, per il prossimo triennio, a fornire i dati di ciascun intervento e dei relativi progetti esecutivi, con la possibilità di segnalare le misure e/o i contesti su cui ritiene opportuno siano eventualmente indirizzate attività di analisi ed approfondimento.

Dal canto suo, il Comando Provinciale delle Fiamme Gialle assicurerà il raccordo informativo e l’interessamento della componente territoriale competente per l’esecuzione di eventuali accertamenti e controlli d’iniziativa e, nel rispetto delle norme che regolano il segreto delle indagini penali, della riservatezza della fase istruttoria contabile e del segreto d’ufficio, comunicherà al Comune, laddove necessario per lo svolgimento dei relativi compiti istituzionali e limitatamente alle informazioni necessarie per tali adempimenti, le risultanze emerse all’esito dei propri interventi.

Allo scopo di consolidare procedure operative efficaci, l’intesa prevede altresì la possibilità di promuovere ed organizzare, di comune accordo fra entrambe le parti, incontri, seminari, nonché interventi formativi rivolti ai dipendenti e corsi di aggiornamento professionale riservati al personale preposto allo svolgimento delle rispettive attività d’istituto.

Il protocollo d’intesa si inquadra perciò nella generale strategia di contrasto alla criminalità economico-finanziaria costantemente portata avanti dalla Guardia di Finanza che non può prescindere dalla stretta sinergia con gli altri Attori istituzionali che operano sul territorio, incrementando così la possibilità di intercettare e colpire, sul nascere, le manifestazioni di illegalità che tentano di penetrare nel tessuto sano del Paese.

com

Ti potrebbero interessare anche: