Cultura29 gennaio 2024 12:35

Il museo necessario

La Rete dei Musei della provincia di Savona promuove la presentazione dell’ultimo libro curato dalla museologa albenganese Simona Bodo: un accurato approfondimento a più voci sulla funzione civile e sociale che devono o dovrebbero avere i musei di oggi

Il museo necessario


 

Dopo la formalizzazione del giugno scorso, la Rete dei Musei della provincia di Savona inizia col suo calendario di eventi e iniziative aperte al pubblico con un primo appuntamento di carattere nazionale.


Martedì 30 gennaio, alle ore 18, presso la Sala del Camino di Palazzo Peloso Cepolla di Albenga, splendida sede della sezione ingauna dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, alcuni membri della rete dialogheranno con la museologa Simona Bodo, che torna in libreria con la curatela di un volume a più voci dal titolo “Il museo necessario. Mappe per tempi complessi”, edito da Nomos Edizioni. Realizzato insieme ad Anna Chiara Cimoli, il libro è una raccolta di possibili metodi e approcci alla trasformazione che si auspica venga portata avanti dalle istituzioni museali: passare da soggetti neutrali e apolitici ad attori cruciali nella sfera pubblica. Un messaggio che passa attraverso gli interventi degli autori e delle autrici, italiani e internazionali, che a partire dalle loro esperienze, restituiscono una visione del museo come luogo “del con-vivere civile, in cui si riflette sulla storia e si progetta il futuro, si affrontano le pieghe problematiche delle collezioni, si sovvertono le tradizionali dinamiche di potere e ci si confronta con le esigenze del presente, abbandonando qualunque pretesa di aristocratico distacco o di culto apolitico della bellezza” (Simona Bodo, Anna Chiara Cimoli – a cura di - “Il Museo Necessario. Mappe per tempi complessi”, Nomos Edizioni, 2023). Tra i nomi illustri che hanno partecipato alla realizzazione del volume, oltre alle due curatrici, anche personaggi come James Bradburne, direttore uscente della Pinacoteca di Brera, e Bernadette Lynch, museologa, docente universitaria e professionista con un’esperienza trentennale nella gestione dei musei nel Regno Unito e in Canada (tra questi anche il Manchester Museum), ma anche Claudio Rosati, storico e museologo, e Domenico Sergi, Senior Curator al Museum of London, giusto per citarne alcuni.  

 

“Questo primo, importante, appuntamento esprime perfettamente le ambizioni della Rete dei Musei: una comunità di pratica che favorisce costantemente la crescita professionale dei nostri musei, mettendosi in discussione e approfondendo temi di forte attualità in materia di politiche culturali - dichiara Anna Cossetta, direttrice della Fondazione De Mari – senza dimenticare il confronto con tutti quei soggetti che nella cultura operano quotidianamente e che hanno la responsabilità di renderla sempre più inclusiva e al passo con la società di oggi”. “Eventi di questa qualità sono momenti preziosi di confronto e dialogo – precisa Alessandra Guerrini, direttrice della 

Direzione Regionale Musei Liguria – mettendoci di fronte ai nodi più sfidanti della politica culturale italiana”.  

 

** 

La Rete dei Musei della provincia di Savona è stata formalizzata con la firma di un protocollo d’intesa che raggruppa 18 diverse realtà museali provinciali. Nata informalmente nel 2019 come comunità di pratica, oggi la Rete è un vero e proprio gruppo di lavoro, che si pone l’obiettivo di accrescere le competenze professionali degli operatori culturali coinvolti, individuare percorsi congiunte e inter-museali e attivare nuove partnership e opportunità. Nella costituzione della rete, la Fondazione De Mari è stata da subito affiancata dalla Direzione Regionale Musei Liguria e dalla Fondazione Compagnia di San Paolo. I musei coinvolti sono: Museo Diocesano di Albenga, MuDA Museo Diffuso Albisola e Museo Giuseppe Mazzotti 1903 di Albissola Marina, Museo della Ceramica Manlio Trucco di Albisola Superiore, Villa Rosa – Museo dell’Arte Vetraria di Altare, Grotte di Borgio Verezzi, Ferrania Film Museum di Cairo Montenotte, Museo Archeologico del Finale e Forte San Giovanni di Finale Ligure, Museo Multimediale della 500 Dante Giacosa di Garlenda, Museo Perrando di Sassello, Pinacoteca Civica, Museo Pertini – Cuneo, Museo Archeologico e della Città, Complesso Museale della Cattedrale di N.S. Assunta e Cappella Sistina e Museo della Ceramica di Savona, Museo Civico A. Martini – Villa Groppallo di Vado Ligure.  

com

Ti potrebbero interessare anche: