News21 ottobre 2019 12:47

Allerta rossa, ma il Carlo Felice resta aperto

Gianni Pastorino, Linea Condivisa: “il Comune ha due regole: quelle per i servizi pubblici e quelle per gli interessi dei privati”

Allerta rossa, ma il Carlo Felice resta aperto

Ieri sera, nonostante l'allerta rossa scattata alle ore 20, è stato confermato l'evento “Genova how are you”, il talk show dedicato alla città per festeggiare i 150 anni del marchio genovese by Giglio Bagnara. 

«Premettiamo che ci fa piacere che vi siano iniziative per un'impresa che svolge un'attività economica meritevole sul nostro territorio, posto che ci sorge spontaneo chiederci come mai un anniversario di un'azienda privata vada celebrato utilizzando fondi pubblici, ma ci sorprende e preoccupa che un evento pubblico sia stato confermato in piena allerta rossa - dichiara il consigliere regionale Gianni Pastorino - sono anni che sensibilizziamo la cittadinanza sui rischi che comporta lo spostarsi durante fasi metereologiche complesse». 

«Se le scuole restano chiuse, molte attività pubbliche vengono sospese, vi sono limitazioni del traffico e gli stessi mezzi pubblici vengono limitati (ne è un esempio la metropolitana di Genova, chiusa già in allerta arancione dalla domenica mattina), come mai il Comune di Genova non decide di rimandare uno spettacolo pubblico? - prosegue il consigliere Pastorino - E a nulla valgono le giustificazioni date circa i piani di emergenza del Carlo Felice, di cui non dubitiamo, perché le persone correvano ugualmente un rischio nello spostamento da casa a teatro, prima e dopo lo spettacolo». 

«Fortunatamente, non solo per l'evento ma per tutta la città, non vi sono state situazione di pericolo - puntualizza Pastorino - ma il merito va dato appunto al caso e non alle istituzioni, che a nostro giudizio avrebbero dovuto operare scelte coerenti con le indicazioni metereologiche». 

«Ci chiediamo perché il Comune di Genova non sia intervenuto per dire che lo spettacolo doveva essere rimandato - conclude il consigliere Pastorino - Ci sorge il dubbio che esistano due regole per la Giunta capitanata da Marco Bucci: quelle che determinano lo svolgimento regolare e la garanzia dei servizi e quelle del business. “The show must go on”, nonostante il possibile pericolo fatto correre alla cittadinanza».


com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA