Cose belle20 agosto 2019 15:07

Cinema in Fortezza: il programma della settimana

Stasera "Il verdetto", con Emma Thompson. Nuovofilmstudio segnala inoltre che a grande richiesta di pubblico, visto il tutto esaurito di venerdì scorso, "Cinema in Fortezza" proporrà nuovamente "Bohemian Rhapsody" lunedì prossimo, il 26 agosto

Cinema in Fortezza: il programma della settimana



Ecco tutte le proiezioni in programmazione questa settimana:

mar 20 agosto "EuropaCinema"
Il verdetto
(The children act)
di Richard Eyre
con Emma Thompson, Stanley Tucci, Fionn Whitehead
Gran Bretagna 2017, 105'

Fiona Maye è un'importante giudice di Londra che gestisce sapientemente numerosi casi di diritto familiare. Il suo lavoro è tutto e il rapporto con il marito Jack è ormai agli sgoccioli. Mentre affronta le difficoltà del suo privato, Fiona si ritrova a dover seguire il caso di Adam, un brillante ragazzo che rifiuta di sottoporsi alla trasfusione di sangue che potrebbe salvargli la vita. A tre mesi dal suo diciottesimo compleanno, Adam è per la legge ancora un bambino. Fiona gli fa visita in ospedale ma non sa che quell'incontro sarà decisivo per entrambi.

Richard Eyre sceglie per il suo ritorno alla regia un soggetto tratto dal romanzo "La ballata di Adam Henry" e adattato per lo schermo dal suo stesso autore - Ian McEwan. Scelta che, da subito, si rivela alquanto azzeccata dal momento che il film mostra una rara eleganza, unita alla capacità di far risaltare le doti di una straordinariamente convincente Emma Thompson. È un'associazione molto semplice quella che mette questo importante e stimato giudice a doversi chiedere quali siano le decisioni più giuste, a doversi interrogare su quanto e come quel che le accade influenzi la sua idea di giustizia. "Il verdetto" però fa in modo che questo dubbio non sia mai in primo piano, non sia mai dichiarato dal giudice Fiona Maye, ma che viva come il grande non detto di una pellicola che lavora di immagini, recitazione e dialoghi per mettere in secondo piano il dilemma attorno a cui ruotano gli eventi. Tutto il film nasconde il suo vero tema per dargli più forza. Lo sforzo della protagonista è quello di fare la cosa giusta in un caso complicato, ma tutto andrà molto più in là del previsto. È su questo labilissimo crinale che il film rimane sapientemente in equilibrio, preoccupandosi in primo luogo degli esseri umani chiamati in ballo, senza fermarsi sulla superficie di slogan o prese di posizione aprioristiche, ascoltando le ragioni di chiunque, ma soffermandosi - come ovvio - sull'evoluzione dei due personaggi principali, il giudice e il ragazzino. Quel verdetto finirà per mutare le convinzioni di entrambi, in ambiti differenti e con ripercussioni impreviste.

Trailer del film: https://www.youtube.com/watch?<wbr></wbr>v=ACZzCsveLIw


gio 22 agosto "Lights, Camera, Action!"
Il professore e il pazzo
(The professor and the madman)
di P.B. Shemran
con Mel Gibson, Sean Penn, Natalie Dormer
Stati Uniti/Irlanda 2019, 124'

Dopo anni di stallo, nel 1879, la grande impresa di redazione dell'Oxford English Dictionary trovò nuova linfa e vide la luce della pubblicazione grazie al lavoro infaticabile del professor James Murray e dei volontari di tutto il mondo a cui si era appellato. Tra questi, il più solerte e affidabile mittente di schede era un uomo che si firmava W.C. Minor, un ex paziente di un ospedale psichiatrico senza il quale non si sarebbe potuta portare a termine questa immensa opera letteraria...

"Il professore e il pazzo" racconta la vera storia della creazione dell'Oxford English Dictionary, un progetto di compilazione tra i più ambiziosi della storia, un racconto che scava nella follia e nel genio di due uomini straordinari e ossessivi che hanno cambiato per sempre il corso della storia della letteratura. Il film unisce per la prima volta due pesi massimi del cinema mondiale, Mel Gibson e Sean Penn: Gibson impersona il professor James Murray, colui che diede vita al progetto, mentre Penn è il dottor W. C. Minor, un ex chirurgo rinchiuso in un manicomio criminale. Il film è devoto al valore di ogni singolo termine, un'opera appassionata in cui si riscopre il fascino nascosto, sopito o dato per scontato del significato delle cose. Ed è proprio dalla passione che nasce il biopic: successe tutto vent'anni fa quando Gibson si imbatté in un libro chiamato "L'assassino più colto del mondo", dedicato all'incredibile amicizia tra due uomini agli antipodi. I due, improbabili ma solidali alleati, gettarono sangue e inchiostro pur di dare vita al primo grande dizionario in lingua inglese. Una storia che ha solleticato le fantasie cinematografiche di Gibson, da sempre innamorato di uomini capaci di fare la differenza. Ecco perché è davvero impossibile non scovare nel film quella lucida scintilla di follia presente nello sguardo di Mel. "Il professore e il pazzo", calzante titolo interscambiabile (capace di insinuare nello spettatore il dubbio su chi sia davvero folle tra i due protagonisti), racconta questa avventura editoriale con una coraggiosa miscela di melodramma e thriller. Una storia di amicizia, dolore, perdono e redenzione che coglie la natura più intima della nascita del primo ipertesto: un profondo atto d'amore nei confronti delle parole.

Trailer del film: https://www.youtube.com/watch?<wbr></wbr>v=iVcVWfX8vP0


ven 23 agosto "Lights, Camera, Action!"
BlacKkKlansman
di Spike Lee
con John David Washington, Adam Driver, Topher Grace
USA 2018, 128'

Grand Prix speciale della giuria e menzione speciale della giuria ecumenica a Cannes 2018.

Anni 70. Ron Stallworth è il primo detective afroamericano della polizia di Colorado Springs e il suo arrivo è accolto con scetticismo ed ostilità da tutti i membri del dipartimento. Ron deve indagare come infiltrato sui movimenti di protesta black ma ha un'altra idea, folle quanto geniale, per il suo futuro: infiltrarsi nel Ku Klux Klan. Per l'indagine sotto copertura, il giovane agente recluta un collega bianco ed ebreo di maggiore esperienza, Flip Zimmerman. Insieme i due fanno squadra per impedire che il gruppo estremista prenda il controllo sulla città.
Gli spettatori di oggi sono abituati a essere spiazzati e depistati, tra cambi di registro e rimescolamenti di generi. Il merito è anche di Spike Lee e di una carriera gestita, pur tra altissimi e bassissimi, mantenendo un elevato livello di temerarietà e iconoclastia. "BlacKkKlansman" dimostra, ancora una volta, come ci sia bisogno nella società contemporanea di una voce lucida e cinica, che sappia generare potenti affreschi di puro entertainment e iniettare al loro interno elementi spuri, destinati a sovvertirne la natura. Stemperando i toni polemici di certi suoi pamphlet, il regista costruisce una pellicola divertente e militante, un proclama antirazzista che è al tempo stesso un period movie (dove abbondano pettinature afro, camicie dai colori sgargianti, pantaloni a zampa di elefante e disco dance) e uno specchio dell'America di provincia di ieri e di oggi. Lee affianca al carismatico John David Washington (figlio di Denzel Washington) Adam Driver nei panni del collega bianco. Driver rappresenta l'alter ego perfetto di Washington dando vita a divertenti confronti. Non mancano momenti in cui la retorica del Black Power ha la meglio sulla storia. Questi momenti circoscritti si incastonano, però, in un'opera matura che rappresenta una felice summa della poetica del suo autore, sposando felicemente forma e contenuto e stemperando la vis polemica nell'ironia.

Trailer del film: https://www.youtube.com/watch?<wbr></wbr>v=Cp9IjT-1k4k


dom 25 agosto "I Nastri d'Argento 2019"
Troppa grazia
di Gianni Zanasi
con Alba Rohrwacher, Elio Germano, Giuseppe Battiston
Italia/Spagna/Grecia 2018, 110

Premio Label Europa Cinemas alla Quinzaine des Rèalisateurs di Cannes 2018.

Lucia è una geometra specializzata in rilevamenti catastali, nota per la pignoleria con cui insiste nel "fare le cose per bene". La sua vita, però, è tutto fuorché precisa. Mentre si arrangia tra mille difficoltà, economiche e sentimentali, il Comune le affida un controllo su un terreno scelto per costruire una grande opera architettonica. Lucia nota che nelle mappe qualcosa non va, ma per paura di perdere l'incarico decide di non dire nulla. Il giorno dopo, mentre è al lavoro sul terreno, viene interrotta da una giovane donna con il velo, a cui offre 5 euro prima di riprendere a lavorare. Ma la sera, nella cucina di casa sua, la rivede all'improvviso.
Gianni Zanasi ("Non pensarci", "La felicità è un sistema complesso") torna al cinema con una commedia a cavallo fra leggerezza e disincanto, che mette nuovamente in scena, appoggiandosi su una sceneggiatura dall'ottimo ritmo, tutte le difficoltà dell'affrontare un mondo che non spiega come fare per essere felici. "Troppa grazia" con protagonista Alba Rohrwacher, Elio Germano e Giuseppe Battiston, è un film coraggioso, la cui grazia - quella della regia, e della scrittura - non è mai troppa. Un film stra-ordinario, nel senso che è completamente fuori norma, dunque perfetto per raccontare la storia di un incontro paranormale fra un essere ultraterreno e un essere che con la terra campa. Lucia, un'Alba Rohwacher finalmente sottratta al cliché dimesso nel quale è stata rinchiusa da troppo tempo, non si sente affatto benedetta dall'apparizione ma anzi, fa di tutto per sottrarsi a quella "sfiga". Lei che insegna alla figlia che "i problemi non si sollevano, si affrontano", si ritrova fra le mani la Madre di tutti i guai: una figura femminile che non accetta altro che la verità. Con andamento sognante, capace di reggere una tensione emotiva pressoché costante, Zanasi accompagna lo spettatore in un folle viaggio all'interno di se stessi e delle proprie certezze, mostrando che vale sempre la pena metterle in discussione.

Trailer del film: https://www.youtube.com/watch?<wbr></wbr>v=8mlnI-Q46ZQ


Calendario delle prossime proiezioni

lun 26/08 - "Bohemian Rhapsody" di Bryan Singer
mar 27/08 - "Cyrano mon amour" di Alexis Michalik
gio 29/08 - "La donna elettrica" di Benedikt Erlingsson


Info e contatti

L'apertura dell'arena e delle biglietterie avverrà alle 20.30. Gli spettacoli avranno inizio alle 21.30 circa. Ingresso 5 euro (ingresso "Free solo" applicato dalla distribuzione del film 8 euro)

Telefono: 366.1738906 (tutti i giorni dalle 15.00 alle 20.00)
E-mail: cinemainfortezza@officinesolim<wbr></wbr>ano.it

In caso di pioggia si invitano gli spettatori a conservare il biglietto per l'eventuale recupero della proiezione.

Programma di "Cinema in Fortezza" con le schede dei film: www.officinesolimano.it<wbr></wbr>/images/prog_pdf/savona_estate<wbr></wbr>_2019.pdf
evento Facebook: https://www.facebook.com/event<wbr></wbr>s/410577406214490/

com

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

venerdì 20 settembre
giovedì 19 settembre
mercoledì 18 settembre
Yogafest
(h. 15:23)
lunedì 16 settembre
Viva Pertini
(h. 13:23)
giovedì 12 settembre
mercoledì 11 settembre
Arboresco
(h. 08:10)
martedì 10 settembre
domenica 08 settembre