Contromano13 giugno 2020 12:46

Poco, lentamente e male

Un veloce ripasso prima delle regionali. La ricostruzione del ponte Morandi è merito di Toti e Bucci, mentre i cantieri che stanno asfissiando tutte le autostrade liguri sono colpa del governo. Anche di Autostrade per l’Italia, ma quello lo diciamo meno perché insomma, le grandi aziende restano (forse) anche quando i governi crollano

Poco, lentamente e male

E pazienza se tutto il lockdown è trascorso con le autostrade deserte anche di operai, mentre adesso con la celebre “ripartenza” son piene di liguri, turisti e cantieri aperti (con o più spesso senza operai), perché si sono accorti che chiunque passi sotto le gallerie liguri farebbe bene a raccomandarsi a qualche santo influente.

D’altra parte chi non ricorda le gentilezze e i sorrisoni con Castellucci quando rovesciò il plastico di Piano del nuovo ponte dopo che il ponte vero era crollato portandosi via 43 vite? 

L’inaugurazione del nuovo ponte deve essere sobria per non turbare i parenti delle vittime, e quindi il concerto è un’idea di Salini Impregilo, ma dev’essere anche un grande show per far capire all’Italia che il “modello Genova” è quello vincente. 

La legalità in Liguria trionfa, infatti noi vogliamo togliere quegl’inutili orpelli dei controlli antimafia, del codice appalti, della tutela paesaggistica. 

Roba che qui, nel cuore svizzero del belpaese, proprio non ci serve. 

I contagi e le morti per coronavirus sono colpa del governo, dell’OMS, della fondazione Gimbe e dell’Istituto Superiore di Sanità, mentre i guariti sono merito di Toti, della Viale e del prossimo assessore Bassetti.

Ma a noi che c’importa? Siamo in Liguria, e “in Liguria puoi”.

Basta riaprire le sagre e le discoteche, stanziare un bell’800mila euro per la pubblicità sui media e farsi fotografare in coda, e tutto va a posto.

E il problema è che per molti futuri elettori tutto va a posto davvero.

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

lunedì 28 settembre
mercoledì 23 settembre
domenica 13 settembre
giovedì 10 settembre
Scappiamo con Toti
(h. 16:07)
venerdì 28 agosto
giovedì 20 agosto
mercoledì 19 agosto
Ma la vasca no
(h. 12:16)
martedì 18 agosto
giovedì 13 agosto
lunedì 10 agosto