Cose belle22 dicembre 2021 14:43

Natale al Nuovofilmstudio

Dal 23 al 29 dicembre due prime visioni: "Scompartimento n.6" di Juho Kuosmanen e "Nowhere special" di Uberto Pasolini

Natale al Nuovofilmstudio

"Scompartimento n.6" di Juho Kuosmanen - tratto dall’omonimo romanzo di Rosa Liksom, il Gran Premio Speciale della Giuria a Cannes 2021 è un road movie ambientato sul leggendario treno della Transiberiana, dove una giovane finlandese fugge da un’enigmatica storia d’amore.

"Nowhere special" di Uberto Pasolini - ispirato a eventi reali, il nuovo lavoro di Pasolini racconta una commovente e avvincente storia di paternità che, come nel suo precedente "Still life", adotta un approccio delicato e di basso profilo nell'esplorare temi universali.

Potete acquistare i biglietti in sala prima degli spettacoli oppure in prevendita su https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio

Gli orari:

Scompartimento n.6

 

(Hytti Nro 6)
di Juho Kuosmanen
con Seidi Haarla, Yuriy Borisov, Yuliya Aug
Finlandia/Estonia/Germania/<wbr></wbr>Russia 2021, 107'

 

Gran Premio Speciale della Giuria a Cannes 2021

 

gio 23 dic (15.30 - 20.30)
ven 24 dic (18.00 - 22.30)
sab 25 dic (15.30 - 20.30)
dom 26 dic (18.00 - 22.30)
lun 27 dic (15.30 - 20.30)
mar 28 dic (18.00 - 22.30)
mer 29 dic (15.30 - 20.30)

 

Mosca, anni '90, sul leggendario treno della Transiberiana che viaggia verso il porto artico di Murmansk, una giovane finlandese fugge da un’enigmatica storia d’amore. Costretta a condividere il lungo viaggio e un piccolo vagone con un minatore russo, l’incontro inatteso porta i due occupanti dello Scompartimento n.6 ad affrontare la verità sul loro ardente desiderio di un legame umano...

 

Tratto dall’omonimo romanzo di Rosa Liksom, con un realismo che si rende poesia, "Scompartimento n.6" racconta l'incontro tra due destini ma soprattutto soffia alle anime quello spirito che solo il viaggio sa rappresentare.

 

«Scompartimento n.6 è un road movie artico, forse potrebbe essere visto come un goffo tentativo di trovare armonia e pace dello spirito in un mondo di caos e ansia. Il cuore della storia sta nel concetto di accettazione. È un compito difficile accettare di essere parte di questo mondo caotico e che si esiste come si è. Il nostro eroe, la studentessa finlandese Laura, intraprende un lungo viaggio in treno per andare a visitare alcuni petroglifi antichi. Cita la frase di una persona che ha incontrato: ”per conoscere te stesso, devi conoscere il tuo passato”. Vorrebbe essere un’archeologa che trova soddisfazione da questo tipo di cose, petroglifi e simili. Ma lei è veramente così? O si tratta solo di un sogno rubato dalla persona che vorrebbe essere? Sul treno incontra Ljoha, un irritante minatore russo che la segue come un’ombra. Voleva conoscere il suo passato e Ljoha ne è l’incarnazione. È spiacevole e banale, ma le cose stanno così. I road movie parlano spesso di libertà. In macchina si può andare dove si vuole, ogni crocevia è una possibilità ma, tendenzialmente, penso che la libertà non sia un numero infinito di opzioni, per me è piuttosto la capacità di accettare i propri limiti. Un viaggio in treno è più come il destino. Non puoi decidere dove andare, devi semplicemente accettare quello che ti dà».
(Juho Kuosmanen)

 

Nowhere special - una storia d'amore

 

di Uberto Pasolini
con James Norton, Daniel Lamont, Eileen O'Higgins
Gran Bretagna 2020, 96'

 

gio 23 dic (18.00 - 22.30)
ven 24 dic (15.30 - 20.30)
sab 25 dic (18.00 - 22.30)
dom 26 dic (15.30 - 20.30)
lun 27 dic (18.00 - 22.30)
mar 28 dic (15.30 - 20.30)
mer 29 dic (18.00 - 22.30)

 

John, un lavavetri di trentaquattro anni, dedica la vita a crescere il figlio di quattro anni, Micheal, poiché la madre del bambino li ha lasciati subito dopo la nascita. La loro è una vita semplice, fatta di rituali quotidiani universali, una vita di completa dedizione e amore innocente che mostra la forza della loro relazione. John ha però davanti a sé pochi mesi di vita. Poiché non ha una famiglia a cui rivolgersi, trascorre i giorni che gli restano a cercarne una nuova, perfetta, a cui dare in adozione Michael...

 

Con "Nowhere special", film che si ispira a eventi reali e racconta una commovente e avvincente storia di paternità, Uberto Pasolini adotta ancora una volta, come nel suo precedente "Still life", un approccio di basso profilo nell'esplorare temi universali, suscitando il coinvolgimento e l'identificazione degli spettatori con i protagonisti e la situazione che si trovano ad affrontare. Pasolini propone una prospettiva originale sul tema della paternità, esplorato sia attraverso l'esperienza dei due protagonisti che attraverso le differenti vite dei potenziali genitori adottivi con cui entrano in contatto.

 

«Ho desiderato fare questo film da quando ho letto la storia di un padre malato terminale che ha cercato di trovare una nuova famiglia a cui affidare il figlio prima di morire. Malgrado la situazione in cui si trovano i protagonisti sia molto drammatica, a livello di scrittura la decisione è stata di affrontare la storia in modo molto sottile, discreto, evitando il più possibile il melodramma e il sentimentalismo. Questo approccio si riflette anche nello stile filmico che abbiamo adottato, diretto e privo di deconcentranti infiorettature stilistiche. I movimenti della macchina da presa di Marius Panduru sono stati concepiti come fluidi e leggeri, arrivando in determinati casi a riflettere il punto di vista del bambino. Sul piano della regia del film la sfida principale è stata quella di lavorare con un bambino molto piccolo e creare a livello visivo un rapporto padre-figlio credibile e toccante. Fortunatamente, abbiamo trovato nel giovanissimo Daniel Lamont, che all'epoca delle riprese aveva quattro anni, un attore nato, straordinariamente consapevole e sensibile, e in James Norton un interprete molto generoso, felice di dedicare, ben prima dell'inizio delle riprese, intere giornate alla creazione di un legame con il bambino e di sostenere e guidare Daniel attraverso quella che per qualunque bambino sarebbe stata un'esperienza intensa».

(Uberto Pasolini)

 

red

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie de LA NUOVA SAVONA

giovedì 13 gennaio
giovedì 06 gennaio
Un eroe
(h. 11:35)
mercoledì 05 gennaio
giovedì 30 dicembre
Il capo perfetto
(h. 11:51)
lunedì 20 dicembre
Nuvola
(h. 13:52)
domenica 19 dicembre
sabato 18 dicembre
venerdì 17 dicembre
domenica 12 dicembre