Cose belle01 settembre 2021 14:28

Ylli Plaka, 30 anni in Italia 1991-2021: Metafore e Simboli

La mostra d'arte si inaugura l'11 settembre alle 18.00, al Palazzo del Commissario della Fortezza del Priamar di Savona

Ylli Plaka, 30 anni in Italia 1991-2021: Metafore e Simboli

L’esposizione di opere del Maestro Plaka, che si svolge a cura dell’Associazione  Culturale Angelo Ruga di Clavesana e Albissola Marina, celebra i trenta anni  dall’arrivo del Maestro in Italia e la sua attività artistica a livello internazionale;  proseguirà fino al giorno 2 ottobre 2021. 

Orari di apertura: 

lunedi - venerdi 16.30-18.00 // sabato - domenica 10.30-12.00 e 16.30-18.00  

Presentazione di Roby Giannotti 

Testi in brochure di Mauro Baracco, Luca Bochicchio , Francesco Dufour,  Mario De Micheli, Federico Marzinot e Vittorio Amedeo Sacco. 

1 settembre 2021 

Associazione Culturale Angelo Ruga  

Clavesana (CN) P.zza Vittorio Emanuele II n° 9 / Albissola Marina (SV) Via Stefano Grosso n° 49

  

Testo critico del Prof. Luca Bochicchio – 2021  

Ylli Plaka scultore: tra modernismo e arcaismo 

Le sculture di Ylli Plaka sono attraversate dal respiro del modernismo. Lo si intuisce dalla  ricerca totalizzante della forma, che l’artista esprime costantemente in ogni sua opera, senza  cedimenti e con poche inflessioni. La forma è struttura e la struttura diviene per Plaka una  costante esecutiva che gli permette di erigere le sue simboliche figure: allegorie di notti, astri,  volti umani e animali, che a volte combaciano .Come chi padroneggia le proprietà del  materiale, Plaka sfrutta le infinite combinazioni tattili e percettive della ceramica, utilizzando  le caratteristiche di smalti e terre come strumento del mestiere plastico, per rafforzare la  comunicazione simbolica e creare un canale di contatto immediato (percettivo, appunto) con  lo spettatore. Si muove tra modernismo e arcaismo, ancorato alla sintesi della linea e al rigore  dei rapporti volumetrici. I suoi slanci poetici raggiungono esiti intimi nelle figure animali e  umane che aderiscono le une alle altre, apparentemente indifferenti e casuali, in realtà in un  gesto di sostegno reciproco (più psicologico che fisico, chiaramente). Proprio in virtù del suo  rigoroso formalismo, lo spirito popolare che sottende al lavoro di Plaka è chiaro e controllato,  e non deborda mai nel pop o nel kitsch, è vivo e vivace, perché radicato nel senso comune del  mito, dello stupore, della favola. 

  

Biografia 

Ylli Plaka è nato a Tirana il 4 Gennaio 1966. Nella stessa città si diploma in scultura e ceramica  all’Accademia di Belle Arti, dove segue i corsi dello scultore Thoma Thomai per la scultura e dello  scultore ceramista Kristo Krisiko per la ceramica. 

Nel 1991 si trasferisce in Italia. Vive e lavora a Savona e Albisola, luoghi di millenaria tradizione nel  campo della ceramica e, dal secolo scorso, tra le capitali della ceramica d’arte contemporanea. Qui Ylli Plaka entra in simbiosi con l’argilla con spirito del luogo, divenendo una delle più  interessanti figure in campo ceramico a livello nazionale, rifuggendo sempre e accuratamente le “  sirene” di mode e modi del momento ma seguendo semplicemente il proprio sapere e il proprio  istinto. Nel 1993 realizza la prima Personale ad Albissola Marina al Circolo degli Artisti in Via  Stefano Grosso; segue un lungo periodo di attività a livello nazionale e internazionale che lo porta,  nel 2020, a esporre alla Kelyfos Gallery (ottava personale ad Albisola e Ventitresima del suo  percorso artistico). Di particolare richiamo la Personale nell’anno 2011 al Museo Civico Arte  Contemporanea, sempre ad Albissola Marina con titolo “I miei primi 20 anni - Intenzioni e  immagini “. Altrettanto significativa, nell’anno 2015, la Personale al Museo Civico “Rocca Flea “ a  Gualdo Tadino (Perugia). 

Ha partecipato inoltre a oltre quaranta mostre collettive in Italia ed Europa: Germania, Francia, Grecia, Romania e Turchia. 

Sue sculture ceramiche fanno parte di collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero e/o sono  esposte in permanenza in gallerie private e musei e luoghi pubblici: Giardino Museo Mazzotti, di  Albissola Marina, Museo ”La Stella “ di Angelo Carossino ad Albisola Capo, Pinacoteca Civica di  Vado Ligure (SV), Museo Pertini di Stella San Giovanni (SV), Museo della Ceramica di  Castellamonte (To), Museo Civico “Rocca Flea “ di Gualdo Tadino (PG), Casa Museo Sartori (MN).  

Nel 2009 ha ricevuto il 1°Premio sezione Artisti al Festival Internazionale della Maiolica, concorso ”Brocche e Vasi del Futurismo “ tenuto ad Albisola , Savona e Genova. Nel 2014 viene posizionata  in permanenza una sua installazione sul Lungomare di Celle Ligure (SV) e una scultura in spazio  pubblico a Varazze (SV); nel 2016 viene installato un suo pannello in ceramica ad Ellera – Albisola  Superiore (SV) nell’ambito della “Galleria a cielo aperto della Ceramica d’Arte “. 

Nel 2021, ad Albissola Marina, viene omaggiato con il conferimento del “XVI Premio Pozzo  Garitta”.  

Nell’attività artistica di Ylli Plaka, occupa un posto particolare la collaborazione con Designer e  Artisti di fama Internazionale: Mendini, Branzi, Deganello, Venturini e Pistoletto. 

Della sua carriera artistica si sono occupati critici, poeti, artisti e giornalisti, tra i quali citiamo:  Mario De Micheli, Luciano Caprile, Vittorio Amedeo Sacco, Riccardo Zelatore, Francesco Dufour, Massimo Trogu, Sandro Lorenzini, Tullio Mazzotti, Silvano Godani, Roby Giannotti, Federico  Marzinot e Luca Bochicchio. 

com

Ti potrebbero interessare anche: